Arnaldur Indriðason






Arnaldur Indridason

Arnaldur Indriðason – É nato nel 1961 a Reykjavík, dove ha sempre vissuto. Figlio dello scrittore e giornalista Indriði G. Þorsteinsson,  è sposato e ha tre figli.  Si è dedicato alla scrittura, sia di romanzi sia di sceneggiature, dopo aver lavorato come giornalista e critico cinematografico per la maggiore testata islandese, il «Morgunblaðið».  Si è laureato in storia nel 1996 all’università islandese. É noto particolarmente per i suoi romanzi polizieschi che hanno come protagonista il personaggio di Erlendur Sveinsson. Ha vinto numerosi premi fra cui Glasnyckeln, unico autore per ora ad averlo vinto due volte consecutivamente, nel 2002 e nel 2003, e Gold Dagger. La traduttrice delle sue opere in italiano è Silvia Cosimini.

Considerato dall’Observer il più grande scrittore europeo di gialli, i suoi romanzi, ambientati in Islanda, hanno spesso al centro famiglie che vanno in pezzi, per i motivi più svariati.

Dal terzo romanzo della serie, “Sotto la città”, nel 2006 è stato tratto un film diretto da Baltasar Kormákur, Jar City, il cui remake americano, diretto da  Brian Kirk, è uscito nel 2013.

Serie del commissario Erlendur Sveinsson

  1. 1997- (Synir Duftsins)
  2. 1998 – (Dauðarósir)
  3. 2000 – (Mýrin) – Sotto la città, Guanda 2005
  4. 2001 – (Grafarþögn) – La signora in verde, Guanda 2006
  5. 2002 – (Röddin) – La voce, Guanda 2008
  6. 2004 – (Kleifarvatn) – Un corpo nel lago, Guanda 2009
  7. 2005 – (Vetrarborgin) – Un grande gelo, Guanda 2010
  8. 2007 – (Harðskafi) – Un caso archiviato, Guanda 2010
  9. 2008 – (Myrká) – Un doppio sospetto, Guanda 2011
  10. 2009 – (Svörtu loft) – Cielo Nero, Guanda 2012
  11. 2010 – (Furðustrandir) – Le abitudini delle volpi, Guanda 2013
  12. 2011 – (Einvígið) – Sfida cruciale, Guanda 2013 ( Episodio con protagonista Marion Briem, con la prima comparsa di Erlendur)
  13. 2012 – (Reykjavíkurnætur) –Le Notti di Reykjavík, Guanda 2014
  14. 2013 – (Skuggasund) – Una traccia nel buio, Guanda 2015
  15. 2014 – (Kamp Knox) – Un delitto da dimenticare, Guanda 2016

Serie del commissario Flovent e Thorson

    1. 2015- (Þýska húsið) – Il commesso viaggiatore: Reykjavík Wartime Mistery, Guanda 2017

Altre pubblicazioni

  • 1999 – (Napóleonsskjölin)
  • 2003 – (Bettý)
  • 2006 – (Konungsbók)

Ultima pubblicazione:

il commesso viaggiatore indridason

IL LIBRO – Reykjavik, 1941. La città è occupata dalle truppe americane quando, in un appartamento, viene trovato il cadavere di un commesso viaggiatore.  L’assassino ha tracciato una svastica col sangue sulla fronte della vittima, ma il proiettile che ha colpito l’uomo alla nuca è americano. Sarà forse una vendetta politica?
A condurre le indagini, in una città sconvolta da forti tensioni interne, sono Flóvent, l’unico agente rimasto a presidiare la polizia locale dopo lo scoppio della guerra, e il giovanissimo Thorson, un canadese di origini islandesi…

 

 

Di  Arnaldur Indriðason su thrillernord:

IL LIBRO – Il romanzo è ambientato nella capitale, a Reykjavík, in particolare nel quartiere di Nordurmyri. La trama, se a primo impatto sembra non dire niente, cattura il lettore pian piano con i suoi intrecci intricati che suscita in coloro che leggono quella curiosità un po’ morbosa, la quale costringe a divorare le pagine per sapere “come finisce il caso”…

 

IL LIBRO – Un assassinio dell’anima, ecco come viene definita l’ ingiustizia che ruota intorno a questa storia.
Quando una donna subisce violenza domestica per diverso tempo, il dolore psicologico è quello che lascia più strascichi. Vive nell’angoscia giorno dopo giorno, con l’eterna paura di commettere un passo falso anche quando non muove un dito…

IL LIBRO A Reykjavík, in un appartamento poco distante dal centro, viene rinvenuto il cadavere di un uomo: ha circa trent’anni, indossa una maglietta da donna e giace in una pozza di sangue con la gola tagliata di netto. Sotto il divano vicino a lui, una pashmina che profuma di spezie. L’agente Erlendur Sveinsson della polizia di Reykjavík è partito per i fiordi orientali…

 

IL LIBRO – Questo romanzo ha per protagonista il giovane Erlendur Sveinsson all’inizio della sua carriera in polizia ed è ambientato nella Reykjavík degli anni ’70 in cui la musica americana, la globalizzazione portata dalla Tv e i costumi alimentari americani stanno permeando e contaminando, seppur lentamente, la società Islandese…

 

IL LIBRO – L’ispettore Erlendur è tornato nei luoghi della sua infanzia. Trascorrerà qualche tempo nel piccolo villaggio sulle rive di un fiordo dell’Islanda orientale, deciso ad affrontare una volta per tutte l’ossessione che lo perseguita fin da quando era bambino: la scomparsa del fratello minore Bergur durante una bufera di neve. Di notte, solo nel rudere abbandonato della sua casa, attende che l’oscurità, il gelo e il vento gli riportino i fantasmi della tragica esperienza che distrusse per sempre la sua famiglia…

IL LIBRO – L’ultranovantenne Stefàn viene ritrovato cadavere nel suo appartamento di Reykjavik.
Nulla sembra fuori posto ed il caso sta per essere frettolosamente archiviato come morte naturale.
Durante l’autopsia però emerge un’altra verità: l’anziano è stato soffocato con un cuscino…

 

IL LIBRO – Siamo sulla penisola di Rejkjanes, vicino Reykjavic capitale dell’ Islanda, alla fine degli anni 70, mentre al cinema si proietta Apocalypse Now e Kramer contro Kramer, una donna è immersa nelle acque reflue di un bacino geotermico, intenta a curare la sua dermatite, dalla fanghiglia riaffiora un corpo, sconvolta, chiama la polizia investigativa, sul luogo arriva un giovane ispettore che tutti noi conosciamo, è Erlendur Sveinsson…