Árni Thórarinsson




Árni Thórarinsson (Intervista a Árni Thórarinsson) è nato nel 1950 a Reykjavík, dove vive. Dopo una laurea in Letteratura comparata all’università dell’East Anglia a Norwich, in Inghilterra, ha lavorato come giornalista per diversi quotidiani e per la televisione islandese. Giurato in diversi festival internazionali di cinema, è stato organizzatore del Festival del Cinema di Reykjavík dal 1989 al 1991. I suoi romanzi, e in particolare quelli della saga di Einar (finora cinque), sono tradotti in Germania, Danimarca, Gran Bretagna, Stati Uniti, Canada, Francia e Spagna, ma sono inediti in Italia.

 

Di Árni Thórarinsson:

IL LIBRO – La Gazzetta della sera vuole ampliare il proprio pubblico in tutta l’Islanda. Einar, cronista ad Akureyri, già protagonista di “II tempo della strega”, viene inviato nella piccola cittadina di Isafjordur, nei remoti Fiordi Occidentali, per raccogliere materiale sulle prospettive future delle comunità locali…

 

IL LIBRO – Sarcastico cronista della Gazzetta della sera, ex alcolista, Einar viene trasferito da Reykjavík alla redazione di Akureyri, nel Nord dell’Islanda, dove si muore di noia. La sua vita, privata e professionale, rischia di diventare sin troppo monotona, se non fosse per una serie di strani casi di cronaca che turbano la quiete della provincia islandese: uno studente sparisce e viene ritrovato morto, assassinato, alcuni adolescenti si suicidano…