AUDIOLIBRO: LA CONDANNA DEL SANGUE







Paolo Cresta legge:

“LA CONDANNA DEL SANGUE. La primavera del commissario Ricciardi”

 

Autore: Maurizio de Giovanni

Lettore: Paolo Cresta

Regia: Flavia Gentili

Durata: 8h 28m

Edizione testo: Fandango, 2008

Pubblicazione: 25 gennaio 2018

 

 

 

 

RECENSIONE

Buongiorno carissimi amici di Thrillernord!

Torna oggi un nuovo appuntamento con la nostra speciale rubrica dedicata agli audiolibri in cui vi parliamo di una strepitosa novità.
Da oggi, infatti, in libreria ed online,  potete trovare una nuovissima pubblicazione Emons, un omaggio ad uno dei più apprezzati giallisti italiani degli ultimi tempi: Maurizio De Giovanni.

Dopo le bellissime versioni audio di alcuni capitoli della sua celebre serie dell’Ispettore Lojacono, protagonista di “I bastardi di Pizzofalcone”, e soprattutto dopo “Il senso del dolore” (di cui abbiamo parlato in uno degli scorsi appuntamenti), giunge a noi  “La condanna del sangue”, secondo volume della prima serie di De Giovanni, che narra i casi del Commissario Ricciardi.

 

Ci troviamo a Napoli nel 1931.

Dopo l’ultimo acquazzone invernale, la primavera in ritardo, ma prepotente, invade le strade e le piazze della città ed entra nella vita di un pittoresco personaggio: Carmela Calise, cartomante ed usuraia del rione Sanità.

La cartomante, gioca con le illusioni dei clienti e sbriciola il loro futuro tra le dita. Ad indagare su di lei, la Squadra Mobile della Regia Questura di Napoli.

Il lettore, di questa bellissima novità,  è Paolo Cresta, attore italiano. Ha lavorato, in radio,  con Rai International ed è stato, per Rai Educational, protagonista di una  sitcom per ragazzi.  Per Emons ha già prestato la voce in “Canto di Natale” di Dickens e “Il giorno dei morti”, opera di Maurizio De Giovanni.

Un ascolto perfetto per gli amanti dei gialli che vogliono andare in fondo ad un’ indagine durante tutto il corso della giornata.

Alla prossima settimana con una nuova imperdibile novità!



VISITA IL SITO:

Audiolibro:  La condanna del sangue

A cura di Simona Vallasciani