Azrael



azrael porazzi

(Recensione di Leonardo Di Lascia)


Autore: Pierluigi Porazzi
Editore: Marsilio
Pagine: 358
Genere: Thriller
Anno Pubblicazione: 2015

 

 

 

Dove eravamo rimasti? ah..l’avevamo preso…ma allora questi omicidi, stile teschio chi li ha fatti?
Nell’ombra del falco ci eravamo lasciati in sospeso con questa mail inviata: azrael@hotmail.it.
Un mitomane?
Un adepto?
Un complice?
Si ripete la serie di omicidi stile “il teschio”, alex nero viene richiamato e lui come spalla vuole solo una persona: Raul Cavani.
Perche’ Alex Nero? Perche’ uccidere tutte le persone a lui amiche, anche questa volta il male si annida nei posti e nelle persone piu’ impensabili.
Vorrei sottolineare la figura di Aiko e’ una figura di raccordo nel libro, unisce diverse situazioni e dà la forza ad Alex nero di rinascere e di provare dei sentimenti, i sentimenti che sono anche la fonte di depressione di Raul Cavani.
Pierluigi Porazzi con questo romanzo ha raggiunto l’apice della maturita’, i personaggi vengono fuori con un anima e con i loro sentimenti, e’ un autore di thriller con una visione internazionale del genere, uno scrittore che ha studiato e che cura i particolari dei suoi libri, il passaggio dall’Ombra del falco a Azrael e’ quasi automatica, ma su quest’ultimo lavoro si respira la voglia di farsi leggere da tutti, e cosi’ deve essere..se i suoi libri saranno tutti di questo spessore non ci stancheremo mai di farci tenere compagnia da Alex Nero.

 

 

 

Pierluigi Porazzi su Thrillernord

Pierluigi Porazzi , laureato in giurisprudenza, ha conseguito il titolo di avvocato e lavora presso la Regione Friuli-Venezia Giulia. È iscritto all’albo dei giornalisti pubblicisti dal 2003.



Translate »