Balla con l’angelo




(Recensione di Elena Spadafora)


Autore: Åke Edwardson

Editore: Baldini&Castoldi
Pagine: 360
Genere: Giallo
Anno Pubblicazione: 2011

 

 

 

Erik Winter, ispettore di polizia dai gusti ricercati, si ritrova a fare i conti con un omicidio internazionale: stesso modus operandi ma diverse coordinate geografiche, l’uomo che Winter sta cercando ha torturato e ucciso due ragazzi a distanza di pochi giorni, uno a Londra, l’altro a Göteborg, Svezia.
Le indagini cominciano e progrediscono all’insegna dell’incertezza: è davvero lo stesso assassino o si tratta di emulazione o, peggio, coincidenza?
Già dalle primissime pagine del libro iniziano ad emergere particolari e indizi sugli omicidi: una piccola impronta che sembra quella di un treppiede da fotografo viene trovata su entrambe le scene del crimine e le tracce di sangue hanno un andamento simile in entrambi i luoghi.
Cos’è quella piccola impronta? Ci dice forse che l’assassino riprende le sue vittime mentre le uccide?

 

 

Il personaggio di Erik Winter è eclettico e raffinato: nel corso della narrazione scopriremo che ha un debole per il jazz, i bei vestiti, il buon cibo e i sigari costosi.
Sembra quasi che Edwardson voglia porre l’ispettore Winter come controcanto interno ad un’opera in cui si parla invece di un ambiente torbido e oscuro, quello verso cui si dirigeranno le indagini: il porno e in particolare gli snuff movie.

Le indagini progrediranno fra bar, strip club, negozi di dischi o film hard, alla ricerca delle risposte corrette: chi erano le vittime e perché sono state uccise in quel modo?

Le risposte verranno trovate e il caso risolto ma il finale del libro sorprende del tutto il lettore che si ritrova catapultato in un velocissimo concatenarsi di pensieri che portano, infine, a individuare chi sia l’assassino.

L’idea fondante del libro non è male ma sembra che l’autore di quando in quando perda il focus, lasciando che la narrazione venga distratta dalle storie dei personaggi secondari che talvolta sono utili per lo svolgimento della trama ma talvolta non lo sono affatto.

Buona lettura se ci si aspetta un solo livello interpretativo e una lettura semplice, veloce, appagante.

 

 

Åke Edwardson su Thrillernord

Åke Edwardson. Nato nello Smaland a Vrigstad, cittadina a sud di Göteborg e Stoccolma, nel 1953. Ake Edwardson è considerato uno tra i principali scrittori di gialli della Svezia.