Bugie sepolte




Recensione di Giulia Pillon


Autore: Kristina Ohlsson

Traduzione: Samanta K. Milton Knowles

Editore: Salani

Genere: hardboiled thriller

Pagine: 425

Anno di pubblicazione: 2019

 

 
 
 
 
 

Sinossi. A Martin Benner non manca nulla. È un avvocato in carriera, le donne fanno la fila per lui, la sua vita è una scalata verso il successo. Ma più in cima si sale, più vertiginosa è la caduta e Benner fa il primo passo nel precipizio quando Bobby T varca la soglia del suo ufficio. Quell’uomo dall’aspetto inquietante vuole ingaggiare Martin per scagionare sua sorella Sara: un’assassina che ha confessato cinque efferati omicidi. Ma come si fa a riabilitare un serial killer? Soprattutto quando l’assassina in questione, Sara, si è uccisa buttandosi da un ponte? Benner ha un debole per le sfide e accetta di lavorare sul caso, che da Stoccolma lo porta fino all’arido Texas. L’indagine condurrà Martin in un gioco malvagio dove nessuno sembra volere – o potere – dire la verità, un gioco da cui non può più ritirarsi perché la posta è la sua stessa vita.

 

 

Recensione

In tutte le epoche e in tutte le culture, gli esseri umani hanno insegnato ai loro figli a stare attenti al fuoco. Se ci si avvicina troppo ci si brucia. E le cicatrici restano per sempre. Rimangono sul corpo come un eterno ricordo del fatto che hai trasgredito a una delle regole basilari della vita. La regola che ci dice di stare attenti a non sfidare forze dalle quali siamo condannati a essere distrutti.

WOW, WOW, WOW!

Sono bastate poche pagine perché fossi totalmente conquistata da “Bugie sepolte”, complice forse un personaggio insolito e a tratti perfino irritante.

Avvocato di successo, Martin Benner è egoista, cinico, arrogante e pieno di sé, convinto che “chi dice che i soldi non fanno la felicità dica una cazzata. Con i soldi si può comprare il tempo e con il tempo si compra la libertà. E chi è libero è anche felice”. Martin ha la passione per le donne, le belle macchine e il whisky – “Sempre single malt e mai freddo. Il ghiaccio solo nel blended”, ma ha anche un debole per le sfide.

È per questo che, complice il poco lavoro nel periodo estivo, si getta a capofitto alla ricerca di una verità che pare introvabile, in un viaggio che dalla piovosa Svezia lo porterà al rovente Texas – nazione con cui ha un rapporto travagliato – scavando in una vicenda che lo inghiottirà come un banco di sabbie mobili.

Accettare l’incarico propostogli dal misterioso e inquietante Bobby T sarà infatti la scelta peggiore che Martin potesse fare, perché finirà per trasformarsi in una marionetta nelle mani di Lucifer, un uomo ombra, che manovra i fili deiprotagonisti di questo thriller all’interno di un labirinto infernale. Un labirinto dove niente è come sembra e che si snoda tra droga, prostituzione e giochi di potere.

Stavo per perdere la bussola. Non sapevo più a chi o a che cosa stavo dando la caccia. Alla verità, pensavo. Ma più cose scoprivo, più diventava scomoda. Perché, volta dopo volta, mi scontravo con circostanze che non potevo ignorare.”

Ed ecco che, mentre gli indizi piovono dal cielo come coriandoli, Martin assisterà impotente allo sgretolarsi della sua esistenza privilegiata, cercando di ricomporre un puzzle sempre più complesso, ma che, suo malgrado, non può permettersi di lasciare incompleto.

Come Martin cerca disperatamente di mantenere salda la presa sui brandelli della propria esistenza per non precipitare nel baratro, anche noi veniamo lasciati con un cliffhanger, e io non vedo davvero l’ora di leggere la seconda parte della dilogia firmata Kristina Ohlsson.

E se è vero che il whiskey va assaporato lentamente, sarà invece impossibile non buttare giù “Bugie sepolte” tutto d’un sorso!

 

 

 

Kristina Ohlsson (Scheda Autore)


Kristina Ohlsson: Nata nel sud della Svezia è tra le più importanti autrici svedesi per adulti e ragazzi. Prima di diventare una scrittrice a tempo pieno, ha lavorato per l’OSCE (Organizzazione per la sicurezza e la cooperazione in Europa), per i Servizi segreti svedesi, e per il Ministero per gli affari esteri. I suoi thriller sono sempre in vetta alle classifiche e hanno vinto numerosi premi. Il suo primo thriller, “Indesiderata” (Piemme), ha superato in Svezia le 200.000 copie vendute ed è statopubblicato in venti paesi. Con Piemme ha pubblicato anche “Fiore di ghiaccio” e “Perduta”, candidato dall’Academy Crime come miglior thriller dell’anno. Salani ha pubblicato “Bambini di cristallo”, “Il bambino argento” e “Gli angeli di pietra”. Bugie sepolte è il primo dei due volumi della serie di Martin Benner, che ha conquistato il Nord Europa.

 

Acquista su Amazon.it: