Cacciatori di fantasmi






cacciatori di fantasmi fabio monteduro

(Recensione di Mariasilvia Iovine)


Autore:  Fabio Monteduro
Editore:  Runa Editrice
Pagine: 430
Genere: Thriller
Anno di pubblicazione: 2014

 

Cacciatori di fantasmi racconta le avventure di un piccolo gruppo di ghost hunter italiani: Matteo e Andrea, uniti dalla passione per il sovrannaturale, decidono di dedicarsi allo studio dei fenomeni paranormali, aiutati da Diego, sensitivo perseguitato da immagini spaventose che non riesce a spiegare, Emma, anche lei medium e sorella di Andrea, Alicia, la “scettica” del gruppo, trascinata suo malgrado nelle loro ricerche. Al centro, i luoghi infestati: Casale dei Pini, l’hotel Clarin e soprattutto il San Cataldo, ex manicomio, di proprietà di un famoso quanto eccentrico psichiatra, il dottor Kanvans. Tra sedute spiritiche e tavole ouija, i protagonisti si troveranno presto a combattere i fantasmi di un passato oscuro e sanguinoso che non sono preparati ad affrontare…

Impossibile non segnalare gli errori sfuggiti all’editing, alcuni piccoli, altri più gravi: questi ultimi, benché non fondamentali per la trama, tradiscono un certo grado di superficialità nel lavoro di documentazione.

Tuttavia, al netto degli errori, la valutazione di Cacciatori di fantasmi è positiva: la trama è articolata, ma non cade in inutili digressioni che avrebbero rischiato di confondere il lettore; l’autore è bravo a creare l’atmosfera “giusta” giocando con le situazioni classiche del genere; alcuni personaggi sono tratteggiati molto bene.

A questo proposito, ho apprezzato il Macellaio e Scannascanna, i responsabili del massacro del San Cataldo, perfetti per l’ambientazione nell’ex ospedale psichiatrico. Il finale, pur con qualche debolezza nei passaggi più “razionali”, si mantiene all’altezza del resto del romanzo, che è nel complesso una lettura piacevole.

Le ricerche dei cacciatori di fantasmi procedono per gradi, in una discesa a spirale verso l’orrore: mentre la squadra si avvicina al San Cataldo, chiave di volta del romanzo, si scoprono, a poco a poco, tutti gli indizi che condurranno alla drammatica verità. Allo stesso tempo, durante la lettura si conosce il passato dei protagonisti, che a ogni capitolo appaiono sempre meno innocenti, invischiati in una storia contaminata dal Male che ha radici anche nei loro cuori.

 

 

Fabio Monteduro è nato a Roma nel 1963. Ha pubblicato racconti per “Progetto Babele” e la rivista americana “MAG – the Muse Apprentice Guild”; sempre per “Progetto Babele” ha firmato “So chi sei…ed altre ossessioni” (2004), romanzo segnalato dalla giuria del concorso letterario “Città di Pavia”. In seguito, ha partecipato con ottimi risultati a vari concorsi letterari: “Cacciatori di fantasmi” è il suo ottavo romanzo, dopo “Avamposto dell’Inferno” (Edizioni La Riflessione, 2005), “Anima nera” (Statale 11 Editrice, 2008), “Jodi” (A.Car Edizioni, 2010), “Zona di Frontiera” (Abelbooks edizioni, 2011), “Otto minuti a mezzanotte” (A.Car Edizioni, 2011), “Dove le strade non hanno nome” (A.Car Edizioni, 2012).