Castigo di Dio




Recensione di Mariasilvia Iovine)


Autore: Marcello Introna

Editore: Mondadori

Collana: Scrittori italiani e stranieri

Pagine: 296

Genere: Thriller / Storico

Anno di pubblicazione: 2018

 

 

RECENSIONE: Il re non ha nome: lo chiamano “Amaro”, come il veleno, e il suo regno è la Socia, enorme palazzo costruito a Bari nel 1897 e a lungo teatro di violenze e soprusi, un baratro nero che la città finge di ignorare. Tra i corridoi intrisi di muffa e le ombre che nascondono i corpi dei pochi che hanno osato ribellarsi, Amaro prospera come un ragno ingordo, protetto da un muro di omertà che in pochi tentano di infrangere: è il 1943, Bari è una delle città strategiche per l’avanzata degli Alleati, ma gli anni di guerra hanno inciso un segno indelebile nelle vite di uomini e donne.

La povertà è miseria, disperazione: le pagine di Castigo di Dio, cronaca degli anni più floridi del regno di Amaro, sono costellate da eroi e carnefici, criminali e i pochi che, nella tragedia, custodiscono ancora una scintilla di umanità.

Il romanzo è un intreccio di cronaca e fantasia: molti gli episodi reali, come la sparatoria di via Nicolò dall’Arca o il bombardamento del porto di Bari. Anche quando non c’è diretto collegamento con fatti o personaggi storici, l’autore sceglie un minuzioso realismo, frutto di anni di attente ricerche.

Castigo di Dio è un romanzo tanto impietoso quanto vero: la cattiveria non è mostrata solo nei gesti eclatanti, nei colpi di scena, ma anche e soprattutto nei piccoli, crudeli dettagli. Tuttavia, il romanzo è ben lontano dall’indugiare compiaciuto nel macabro: al contrario, vuole essere una storia sincera, finestra impietosa sulle miserie umane, attraverso la prosa curata, quasi maniacale. Benché il romanzo sia uscito a inizio 2018, non abbiamo timore di sbilanciarci: Castigo di Dio è uno dei libri migliori dell’anno.

 

 

 

Marcello Introna


(Bari, 1977) è medico veterinario, con un dottorato di ricerca conseguito all’Università di Bari. Autore e sceneggiatore televisivo, nel 2012 ha pubblicato il suo primo romanzo, Percoco, per Il Grillo Editore, poi ripubblicato da Mondadori. Castigo di Dio è il suo secondo romanzo ed è dedicato a Damiano Russo, l’attore barese scomparso nel 2011 a soli 28 anni.

A cura di Mariasilvia Iovine

I gatti di Ulthar

 



Translate »