Cercami




Recensione di Simona Vallasciani


Autore: André Aciman

Traduzione: Valeria Bastia

Editore: Guanda

Genere: Romanzo

Pagine: 278

Anno di pubblicazione: 2019

 

 

 

 

Sinossi. Sono passati parecchi anni da quell’estate in Riviera: Elio, in piena confusione adolescenziale, aveva scoperto la forza travolgente del primo amore grazie a Oliver, lo studente americano ospite del padre nella casa di famiglia. Erano stati giorni unici, in grado di segnare le loro vite con la forza di un desiderio incancellabile, nonostante ciascuno abbia poi proseguito per una strada diversa. Il nuovo romanzo di André Aciman si apre con l’incontro casuale su un treno tra un professore di mezza età e una giovane donna: lui è Samuel, il padre di Elio, sta andando a Roma per tenere una conferenza ed è ansioso di cogliere l’occasione per rivedere suo figlio, pianista affermato ma molto inquieto nelle questioni sentimentali; lei è una fotografa, carattere ribelle e refrattaria alle relazioni stabili, e in quell’uomo più maturo scopre la persona che avrebbe voluto conoscere da sempre. Tra i due nasce un’attrazione fortissima, che li porterà a mettere in discussione tutte le loro certezze. Anche per Elio il destino ha in serbo un incontro inaspettato a Parigi, che potrebbe assumere i contorni di un legame importante. Ma nulla può far sbiadire in lui il ricordo di Oliver, che vive a New York una vita apparentemente serena, è sposato e ha due figli adolescenti, eppure… Una parola, solo una parola, potrebbe bastare a riaprire una porta che in fondo non si è mai chiusa.”

 

 

 

Recensione

Certi amori ti cambiano la vita, certi amori solcano le onde del tempo e rimangono unici, fragili, ma immutabili, certi amori sono destinati a non finire mai.

Quello tra Elio e Oliver è proprio uno di essi, e loro stessi ci avrebbero scommesso durante quell’estate di passione e dolore passata in Riviera e nonostante tutto, lo sanno ancora adesso, che tanti anni sono passati, tante cose sono successe, ma gli eventi di quel lontano passato ancora non vogliono saperne di sparire.

Chi ha letto “Chiamami col tuo nome” sa quanto André Aciman sia bravo a parlare d’amore, forse non esiste proprio autore capace di parlare di questo grande e complesso sentimento con la stessa classe e delicatezza e chiunque abbia amato quel suo romanzo divenuto così celebre anche grazie allo splendido film, non può non lanciarsi con capofitto nella lettura di questo suo seguito in cui si respirano le stesse incredibili sensazioni.

Più che un romanzo vero e proprio, “Cercami” assume le sembianze di una raccolta di quattro racconti in cui si ha modo di scoprire il destino dei tre personaggi maschili più importanti, Oliver, Elio, e suo padre, Samuel, e di sondare, attraverso la narrazione in prima persona, i loro animi, i loro ricordi e le emozioni che li portano a compiere dei gesti, a volte sconsiderati ed improvvisi, in nome dell’amore.

I tre primi racconti sembrano quasi separati tra loro e danno modo di avere una visione d’insieme del futuro dei personaggi; è solo nell’ultimo che ci sarà un vero coronamento, come solo succede nei percorsi più belli e coraggiosi della vita.

Anche in questo capitolo si ha modo di apprezzare la prosa di Aciman, dal ritmo un po’ lento ma decisamente poetico, costellato di immagini e sensazioni capaci di colpire il lettore nell’intimo e di farlo riflettere sui veri significati della vita.

André Aciman è un autore per romantici, è un narratore di emozioni, sapiente e dotto, capace di far volare con la fantasia e quasi trasportare il lettore in un mondo ultraterreno in cui tutto è semplice e inondato di luce. A mio personale avviso, tutti dovrebbero, almeno una volta, leggere qualcosa di suo, per scoprire che la vita, alle volte, può anche non essere così dura e oscura come si è portati a credere.

 

A cura di Simona Vallasciani

I libri di momo.blogspot.it

 

 

André Aciman


André Aciman insegna letteratura comparata alla City University di New York e vive con la famiglia a Manhattan. Dopo Chiamami col tuo nome, romanzo che ha segnato il suo esordio ed è diventato un film nel 2017 per la regia di Luca Guadagnino, Guanda ha pubblicato Notti bianche, Harvard Square, Variazioni su un tema originale, il memoir Ultima notte ad Alessandria e la raccolta di saggi Città d’ombra.

 

Acquista su Amazon.it: