Cosa nasconde la radura






(Recensione di Francesca Giovannetti)


Autore : Robert Dugoni

Traduttore : Roberta Marasco

Pagine : 396

Genere : Thriller

Editore : Amazon Crossing

Anno di pubblicazione : 2017

 
 

La detective Tracy Crosswhite è imbattibile quando si tratta di affrontare crimini irrisolti. Dopo aver perso la sorella, assassinata in giovane età, Tracy è entrata nelle forze dell’ordine per amore della giustizia e per permettere alle famiglie e agli amici delle vittime di scrivere la parola fine.

Così quando Jenny, ex compagna dell’accademia di polizia e sua protetta, le chiede di aiutarla a risolvere un vecchio caso che riguarda il dubbio suicidio di un’adolescente nativa americana avvenuto quarant’anni prima, Tracy accetta.

Non le basteranno però le prove raccolte dal padre di Jenny, ai tempi agente dello sceriffo. Dovrà anche fare i conti con i torbidi segreti di una comunità solo all’apparenza tranquilla.

Tracy riuscirà a mantenere la promessa fatta alla famiglia della ragazza e a svelare che cosa accadde davvero?

Questo è il terzo volume che ha come protagonista Tracey Crosswhite, giovane e determinata detective con una abilità particolare nella risoluzione di crimini rimasti senza colpevole.

La protagonista è estremamente umana, i fantasmi del suo passato, affrontati e sconfitti, la aiutano a immedesimarsi prima che nella vittima, nella famiglia di essa.

È una donna forte ma reale, priva di tratti esageratamente eroici, per questo è un personaggio riuscito che si fa amare dal lettore.
Il contesto nel quale si sviluppa la trama del romanzo è una immaginaria piccola cittadina, all’apparenza normale, che nasconde segreti da quarant’anni.

È un avvertimento del “niente è come sembra”. Apprezzabili sono le descrizioni delle moderne tecniche scientifiche necessarie per la ricostruzione di un delitto.

L’autore si dimostra estremamente preparato e spiega, senza risultare pesante, come si ricostruisce una scena del crimine attraverso prove fotografiche.

Aiuta la scorrevolezza del testo, la presenza di una doppia indagine, che non intreccia i protagonisti ma le tematiche, quelle familiari.

Il libro scorre velocemente verso la fine, mantenendo costante l’attenzione del lettore, ricostruendo con tasselli appropriati gli avvenimenti passati e procedendo nello stesso tempo con un’indagine nel presente.

I fan della detective Crosswhite non possono che essere soddisfatti mentre aspettano una sua nuova avventura.

Robert Dugoni su THRILLERNORD

Robert Dugoni. Scrittore diventato avvocato o avvocato diventato scrittore, Robert Dugoni è considerato dalla critica letteraria americana il legittimo erede di Scott Turow e John Grisham, i grandi maestri fondatori del legal thriller contemporaneo. Con il personaggio di Tracy Crosswhite, primo detective donna alla Omicidi nello stato di Washington, Dugoni ha esordito negli Stati Uniti nel novembre del 2014, scalando subito le classifiche dei più venduti e insieme ottenendo lusinghiere recensioni, come quella del “Library Journal” in cui si legge: “Dugoni continua a offrirci storie emozionanti, ricche di suspense e angoscianti, con personaggi intensi, che gli amanti del genere non dimenticheranno facilmente.