Data uscita: 04/08/2020




 Terrore 


Autore: Danila Comastri Montanari

Editore: Mondadori

Pagine: 416

Genere: thriller

 

 

 

Nel cruciale settembre del 1793, la Rivoluzione si dibatte in grave difficoltà, stretta tra nemici interni ed esterni. A Parigi, mentre il Comitato di Salute Pubblica instaura il Terrore, un misterioso giustiziere vendica le vittime della Rivoluzione con una serie di delitti efferati.

A indagare con discrezione e prudenza viene chiamato un avvocato di sicura fede repubblicana, Etienne Verneuil.

Etienne comincia ad aggirarsi nei meandri di una Parigi infida e magmatica, scoprendo complotti e trame delittuose sia nelle alte sfere sia tra i semplici cittadini che tentano di sopravvivere all’uragano: una folla vivace e ondivaga di aristocratici decaduti, agenti monarchici intenzionati a liberare la regina prigioniera, politici corrotti, profittatori; ma anche onesti patrioti, sartine ingenue e innamorate, eroici soldati.

Danila Comastri Montanari ci presenta un romanzo brulicante in cui l’indagine di Verneuil s’incrocia con i momenti salienti e meno conosciuti di uno dei periodi più affascinanti e decisivi della Storia.

 

 

 

 

Danila Comastri Montanari


Danila Comastri Montanari nasce a Bologna il 4 novembre del 1948. Lascia precocemente la scuola, per entrare all’università dove si laurea in Pedagogia (1970) e in Scienze Politiche (1978). Per vent’anni insegna storia alle superiori, e viaggia ai quattro angoli del mondo. Nel 1990 scrive il suo primo romanzo, quindi si dedica a tempo pieno alla narrativa, privilegiando un genere, quello del giallo storico, che le permette di conciliare i suoi principali interessi: lo studio del passato e l’amore per gli intrecci mystery. La saga, fortunatissima, del senatore-detective Publio Aurelio Stazio, pubblicata in Italia da Mondadori, è giunta, con Ludus in fabula (2017), al diciannovesimo volume.