Delitti nell’orto




Recensione di Manuela Baldi


Autrici: Anna Maria Castoldi e Miriam Donati

Editore: Happy Hour Edizioni

Genere: noir

Pagine: 200

Anno di pubblicazione: 2017

 
 
 
 
 

Sinossi. Il romanzo, ambientato in un piccolo borgo del nord di Milano, differente ma simile a ogni paese, fa emergere le peculiarità positive e negative della provincia dove tutti credono di sapere tutto di tutti. Le diverse indagini sono caratterizzate da una progressione del crimine che, partendo da un’aggressione, incrocia un cold case e si conclude in crescendo con una serie di delitti che verranno risolti dalle doti investigative dell’ispettore Ascione, aiutato da Onorina, la sciura Marpol del paese, e dalla bibliotecaria Silvana.

 

 

Recensione

Romanzo d’esordio per due amabili signore, che scrivono assieme. Scrittura accattivante, trama semplice, caratteristiche dei personaggi abbastanza delineate.

Spaccati di vita di paese, ritmo placido. Se proprio vogliamo trovare un difetto, gli eventi delittuosi sono un po’ troppi per un romanzo così breve e dando retta a Chandler, che nel 1949 dettava 10 regole su come deve essere scritto un noir, “… deve essere costituito di azioni plausibili compiute da gente plausibile in circostanze plausibili, tenendo presente che la plausibilità è in larga parte generata dallo stile.“

Detto questo, il libro è godibile e appare evidente lo sforzo fatto per scrivere una storia semplice ma con qualche colpo di scena. Aspettiamo il prossimo romanzo per vedere come le autrici proseguiranno nella loro produzione letteraria.

Consigliato a chi cerca una lettura di evasione anche nel genere noir ed è appassionato delle atmosfere dei piccoli paesi a chi si immedesima nella “sciura Marpol” e non disdegna una storia d’amore del protagonista.

 

 

 

Anna Maria Castoldi e Miriam Donati (Scheda Autore)


Anna Maria Castoldi e Miriam Donati, nate negli anni Cinquanta, abitano ai confini nord di Milano. Per quarant’anni hanno lavorato in ambiti molto diversi traendone ispirazione per i loro testi. Questo è il loro romanzo d’esordio.