Diego Collaveri






Diego Collaveri è nato a Livorno, classe 1976. Comincia nel ‘92 a lavorare in campo musicale come chitarrista e arrangiatore, collaborando per EMI Music. Nel 2000 si cimenta con la scrittura e i vari concorsi di poesia/narrativa, ottenendo subito riconoscimenti e le prime pubblicazioni. Nel 2001 comincia a lavorare dietro le quinte di varie compagnie di musical. Nello stesso anno debutta nella sceneggiatura, prima teatrale e dopo per il cinema breve, ma la passione per il grande schermo lo porta a dirigere, con mezzi di fortuna, il primo cortometraggio con cui vince il concorso Minimusical di La Repubblica e Fandango, divenendo collaboratore di quest’ultima. Grazie a un percorso formativo con vari registi italiani (Paolo Virzì, Davide Ferrario, Ruggero Deodato, Francesco Falaschi, Umberto Lenzi) apprende le tecniche di regia, studiando al tempo stesso testi didattici e la storia della cinematografia.

Intervista a Diego Collaveri

Di Diego Collaveri:

IL LIBRO – In una Livorno nascosta, uggiosa e corrotta, il commissario Botteghi ci accompagna nella sua prima indagine. Un inizio lento, quasi in stile nordico, un protagonista dal passato amaro, nebbioso, che son sicura svelerà nelle indagini a seguire.
Un buon esordio per lo scrittore, che porta in primo piano i traffici illeciti, la corruzione politica e la dura lotta per rimanere in piedi di coloro che nell’ onestà, cercano di scardinare le cattive abitudini dei potenti…

IL LIBRO – La seconda indagine del Commissario Botteghi farà incursione nella Livorno storica, profondamente turbata dalla seconda guerra mondiale e dai risvolti post-bellici.
Una ricerca nel passato per trovare significato a un omicidio misterioso; ostacolata da un’ ambasciata Americana che non ci sta a rimestare in quegli anni turbolenti.

IL LIBRO – Livorno. L’omicidio di una vecchia prostituta nei pressi del Cisternino risveglia nel commissario Botteghi ricordi sepolti dell’infanzia, tanto da divenire quasi una questione personale. Frustrato per gli scarsi risultati, non molla l’indagine neppure quando il Questore gli impone un caso più risonante. Un imprenditore edile, autore di importanti restauri storici della città, è stato trovato morto nel parco di Villa Corridi…