Fate presto e mirate al cuore






(Recensione di Clementina Di Branco)


Autore: Aldo Costa
Editore: Piemme
Titolo: Fate presto e mirate al cuore
Pagine: 379
Genere: Giallo
Anno di pubblicazione: 2017

 

 

Come i tasti bianchi e neri di un pianoforte, perfettamente alternati, si presentano i personaggi vecchi e nuovi che ci accompagneranno nella storia. Ritroviamo, primo fra tutti, Salvatore Nicosia, il killer, il cui obiettivo è eliminare la Ainardi; incontriamo poi l’infermiera Lorenza Maio, Marianna e Nereo, il dottor Mele.

Presentazioni fatte, siamo di nuovo di fronte al sostituto procuratore Ainardi così come l’abbiamo conosciuta nei precedenti Non è vero e Non dormirai mai più, una donna con un forte, e a volte troppo personale, senso della giustizia. Accanto a lei, ma distante nello spazio, Lorenzo Cremona, ex imputato e ora amante della donna.

Si entra lentamente nell’intrigo, pur capendone da subito la natura; c’è un killer, c’è un bersaglio piuttosto difficile da colpire, c’è un amore che dà alla storia quella profondità e quella forza necessaria per affrontare una malattia. Importanti sono anche le figure solo apparentemente in secondo piano, visto che, lo sappiamo, in un giallo nessun elemento è lì per caso. Ed è bene ricordarselo, perché la storia ad un certo punto sembra voler depistare il lettore trasformandosi nella cronaca della malattia stessa e in una riflessione sul fine vita (tema assolutamente attuale e delicato). Dalla scoperta del cancro in poi, il passato e il futuro smettono di esistere; l’inchiesta della Ainardi, il piano di Nicosia, la gelosia di Renzo non hanno più senso. Tutti, soprattutto Serena e Renzo, vivono in un presente in cui il dolore è reale e continuo.

Bisogna sottolineare come accanto a Serena si muova un bel corollario di figure maschili: dagli uomini della scorta ai colleghi di ufficio fino all’uomo che la ama e continua ad amarla e che le rimane accanto nonostante la sua volontà di allontanarlo. Anche del killer, Salvatore Nicosia, viene fuori un ritratto dignitoso. E sarà proprio lui, quando tutto sembra ormai chiaro e deciso, a riportare il romanzo sui binari del giallo scoprendo che in fondo il destino si era messo in disparte sapendo che gli uomini sanno fare meglio di lui.

Aldo Costa, torinese, autore freelance. Nel 1995 ha pubblicato la raccolta di racconti Ultimo Grado. Il suo primo romanzo L’inviato di Dio è uscito nel 2008. Seguono poi Non è vero e Non dormirai mai più dove incontriamo la coppia Ainardi-Cremona. Fate in fretta e mirate al cuore è il terzo episodio della serie di Renzo e Serena.