Final Girls






Final Girls. Le sopravvissute

(Recensione di Marianna Di Felice)


Autore: Riley Sager
Editore: Giunti
Traduttore: Leonardo Taiuti
Pagine: 432
Genere: Thriller
Anno di Pubblicazione: 2017

 

 

Tre ragazze molto diverse, che hanno una sola cosa in comune: sono le uniche sopravvissute a tre orribili massacri.

Si chiamano Quincy, Samantha e Lisa. Non si sono mai incontrate, ma la stampa le ha riunite sotto lo stesso nome: Final Girls. Sono passati dieci anni da quel weekend a Pine Cottage, dove Quincy e i suoi amici avrebbero festeggiato il compleanno di Janelle. Finché la vacanza non si è trasformata in un film horror: un uomo fa irruzione nella baita e ammazza tutti i presenti.

Tutti tranne Quincy, che con il vestito rosso di sangue riesce miracolosamente a fuggire tra gli alberi, incrociando i fari dell’auto di un poliziotto.

Adesso Quincy ha una vita normale, un fidanzato, un blog di cucina, ma soffre ancora di attacchi di panico e non ricorda quasi niente di quella notte, nemmeno la faccia del killer. Samantha invece si è nascosta chissà dove per sfuggire alla pressione dei media, mentre Lisa, vivace e brillante, ha scritto un libro, e la sua faccia compare su tutti i social.

Così, quando la ragazza viene ritrovata con le vene tagliate, Quincy non può credere che si sia uccisa.

E i dubbi aumentano quando alla sua porta ricompare all’improvviso Samantha: a cosa mira e cosa ha fatto in tutto questo tempo?

Può veramente fidarsi di lei?

Adesso sono rimaste soltanto in due, e qualcuno sembra intenzionato a portare a termine ciò che ha iniziato molto tempo prima…

Il movimento le procura un dolore atroce alla spalla, e insieme al dolore arriva un ricordo. No, non un ricordo, una certezza. Ed è così terribile che deve per forza essere reale.
È rimasta solo lei.
Gli altri sono tutti morti.
Lei è l’unica sopravvissuta.”

Sei sopravvissuta Quincy, ma sicura di dire il vero quando ammetti di non ricordare?
L’ultima sopravvissuta ha qualcosa da nascondere, qualcosa che deve sbloccare per capire cos’è successo davvero in quel bosco, ai suoi amici e a lei.
Lisa e Samantha hanno ancora presente ciò che è accaduto sotto i loro occhi, Quincy invece ha rimosso.

Ha deciso di condurre una vita tranquilla, ma può davvero stare tranquilla e non pensare più al passato?

A quel passato?

Direi proprio di no, perché qualcuno vuole scoprire cos’è successo davvero a Pine Cottage.

Un primo libro decisamente entusiasmante quello di Riley Sager.

È impossibile non chiedersi cosa succederà se lo si posa per fare una pausa o semplicemente per andare a dormire, il pensiero rimane lì tra quelle pagine.

La storia coinvolge il lettore fin dall’inizio grazie alla scrittura scorrevole e alla trama che può far riaffiorare alla mente fatti di cronaca realmente accaduti.

Le final girls sono infatti ragazze sopravvissute ad una strage compiuta da una persona instabile.
Più si va avanti nella lettura e più si mescolano informazioni che portano a elaborare varie ipotesi riguardo al finale. E l’autore è abile nel mantenere la giusta dose di confusione fino alla fine, quando ci si ritrova davanti ad una inaspettata soluzione!

È più forte di qualsiasi resistenza la voglia di scoprire cos’è successo a Quincy, cosa è successo tra le mura di Pine Cottage, tra quei boschi sporchi del sangue di persone innocenti…
E allora buona lettura!

 

 

L’AUTORE – Riley Sager vive a Princeton, New Jersey. Prima di dedicarsi a tempo pieno alla scrittura ha lavorato come editor e graphic designer. Final Girls è in corso di traduzione in 14 Paesi.

Se sei un lettore appassionato visita:
marisullealidellafantasia.blogspot.it