Giacomo Casanova




(Recensione di Alessandra Ciancaleoni)


Autore: Matteo Strukul

Editore: Mondadori

Genere: romanzo storico

Pagine: 301

Anno di pubblicazione: 2018

 

 

SINOSSI: Venezia, 1755. Giacomo Casanova è tornato in città e il precario equilibrio su cui si regge la Repubblica, ormai prossima alla decadenza, rischia di frantumarsi e degenerare nel caos. Lo scenario politico internazionale è in una fase transitoria di delicate alleanze e il disastroso esito della Seconda guerra di Morea ha svuotato le casse della Serenissima. Il doge Francesco Loredan versa in pessime condizioni di salute e l’inquisitore Pietro Garzoni trama alle sue spalle per ottenere il consenso all’interno del Consiglio dei Dieci e influenzare così la successione al dogado. Il suo sogno proibito è arrestare il seduttore spadaccino, e per far questo gli mette alle calcagna il suo laido servitore Zago. Rubacuori galante e agile funambolo, Casanova entra in scena prendendo parte a una rissa alla Cantina do Mori, la più antica osteria della laguna, per difendere una bellissima fanciulla, Gretchen Fassnauer, apparsa a consegnargli un messaggio: la contessa Margarethe von Steinberg vorrebbe incontrarlo. La nobile austriaca intende sfidarlo a una singolare contesa: se riuscirà a sedurre la bella Francesca Erizzo, figlia di uno dei maggiorenti della città, allora lei sarà sua. È l’inizio di una serie di rocambolesche avventure che lo porteranno ad affrontare il guaio più serio e inaspettato: Casanova, per la prima volta, si innamorerà davvero.

 

 

RECENSIONE: Le gesta leggendarie di Giacomo Casanova si aprono sullo scenario di fine ’700 di una Venezia pittoresca, bellissima minuziosamente descritta in ogni piccolo dettaglio, dal Canal Grande a piazza San Marco, fino agli affreschi presenti nel Palazzo Ducale.

Il romanzo è passionale, intrigante e allo stesso tempo dettagliato nelle vicende storiche, anche se a tratti è molto riflessivo: cerca di farti ubriacare di vita attraverso gesta passionali ed eroiche; di fondo, comunque, la bellezza e l’apparenza sembrano essere i maggiori valori della vita veneziana.

Il protagonista viene descritto come spadaccino imbattibile, amante e nemico inafferrabile delle guardie e degli inquisitori di Stato. È appassionato, ribelle e cerca di prendere la vita sempre sotto la sua sfumatura migliore; Casanova è l’inguaribile ragazzo spensierato, il Peter Pan della situazione che non ha amato nessuna delle ragazze che ha sedotto ma che soprattutto è innamorato dell’idea dell’amore.

Finché un giorno arriva una magnifica contessa austriaca che gli propone una sfida molto allettante ma che allo stesso tempo mette in pericolo la sua libertà mentale e fisica. Una donna che cercherà di metterlo in guai ancora più grandi di quelli a cui è abituato.

Riuscirà anche questa volta il nostro rubacuori a farla franca?

 

 

Matteo Strukul (Scheda Autore)


Nasce a Padova nel 1973. Tra il 2016 e il 2017 ha pubblicato per la Newton Compton Editori una tetralogia di romanzi storici dedicata alla famiglia fiorentina dei Medici, tradotta in molte lingue.