Grande era onirica






grande era onirica marta zura puntaroni

(recensione di Valeria Martellotti)


Autore: Marta Zura-Puntaroni
Editore: Minimum fax
Anno pubblicazione: 2017
Pagine: 180
Genere: Narrativa

 

Un romanzo breve e sconvolgente.

Nel suo esordio narrativo, Marta Zura Puntaroni, ci racconta, senza filtri e con grande coraggio, le esperienze di una giovane donna di nome Marta, alle prese con la vita in tutte le sue forme: l’amore, l’amicizia, la famiglia, l’università, il lavoro.

Marta è una studentessa benestante che affronta la vita con grande intensità, tanto che a volte ne rimane schiacciata. Nonostante ciò, affronta lucidamente la sua angoscia di vivere, prendendo coscienza delle sue paure.

Marta è alla continua ricerca di una stabilità emotiva, la cerca negli uomini, sfuggenti e fedifraghi, la trova, seppur temporaneamente, nell’alcool e negli psicofarmaci, che le regalano una parvenza di “normalità” catapultandola in una realtà onirica, dove tutto è vero e falso, possibile e impossibile, comunque attutito.

Marta sogna, quasi ogni notte, cullata da sostanze chimiche, e nei sogni prendono forma le paure più profonde e i desideri più nascosti.

Marta non si nasconde, si racconta a noi come in un diario. Assistiamo con angoscia partecipativa al suo flusso di coscienza che si muove, tra alti e bassi, sull’orlo di un precipizio; vorremmo consigliarla, aiutarla, ma intuiamo che questo percorso le è necessario per scoprire se stessa.

Marta non si abbatte, e dopo ogni sconfitta si rimette in gioco, si scontra con chi la circonda, e percorrendo la strada più difficile, rincorre la guarigione e la serenità.

Una scrittura magistrale e intensa, un romanzo duro e inaspettato, un piccolo gioiello da leggere tutto d’un fiato.

CURIOSITA’

Marta Zura Puntaroni, meglio conosciuta come la “Snob” del web è l’ideatrice del blog “Diario di una Snob”, aperto nel 2002, “morto” e “risorto” numerose volte fino al 2010; ha raggiunto in pochi anni migliaia di visitatori.

 

Marta Zura-Puntaroni è nata a San Severino Marche e vive a Siena, dove ha studiato letteratura ispanoamericana. Lavora come social media manager nel campo della moda e cura il blog Diario di una Snob. Grande Era Onirica è il suo romanzo d’esordio.