Speciale: I Frillini, Ragazzi che storie!




 

Cosa succede se un editore, intelligente, attento, dinamico ed entusiasta come Carlo Frilli, assieme al suo staff, pensa e propone una nuova sfidavventura ai suoi Autori, punte di diamante di Casa Frilli e del panorama letterario giallo italiano?

 

Succede, ad esempio, che i primi a rispondere siano nomi molto amati e noti ai lettori, parlo di Rocco Ballacchino (tra l’altro anche in veste di direttore di collana) Maria Teresa Valle, Daniele Cambiaso e Rino Casazza, Laura Veroni.

Succede che queste belle penne cambino inchiostro per pensare nuove storie, per raccontare ad un nuovo, esigente, pubblico.

Succede, e non vi erano dubbi, che ci riescano alla grande, e che approdi in libreria una nuova collana dal nome accattivante, I frillini, gialli per ragazzi dai 9 ai 13 anni.

Succedono cose molto belle.

Ad adesso quattro, ma in divenire ed in progressione, questo numero è già pronto ad aumentare.

 

Eccoli qui dunque, in ordine di apparizione, I gemelli Misteri e l’invasione zombie (Ballacchino), Il segreto di Forte Diamante (Valle), Lara e il diario nascosto (Cambiaso & Casazza), Il fantasma di Giada (Veroni)

Troppo facile dire che chi sa scrivere, sa scrivere e punto. Bisogna trovare la voce, il registro adatto per far arrivare la propria storia ai lettori. E non è semplice per nulla, soprattutto se il bacino di utenza sono i ragazzi in quella fascia di età meravigliosa ma fluttuante ed imprevedibile, che è quella della pre(pre)adolescenza.

Quale che sia la realtà di oggi, digitale, TV ecc, ancora piccoli (diciamolo piano, che non ci sentano…) per certe dinamiche ed immagini, ma, per questi stessi presupposti, già grandi per leggere pagine troppo edulcorate.

Senza tralasciare il fatto che la lettura, lasciando la parte del leone alla fantasia, all’immaginario del lettore, è spesso più potente di ciò che è visivo, perché nel primo caso, la forma alle paure la diamo noi, con la nostra sensibilità, il nostro vissuto, la nostra immaginazione, appunto.

 

 

Avevano un compito importante questi Autori, ed hanno fatto un gran bel lavoro , perché ognuno di loro, in ciascuna storia, è riuscito a trovarla la cifra giusta, bilanciando suspense, mistero, dinamiche giovanili attuali e vibranti con la descrizione del territorio, rendendo le ambientazioni affascinanti e realistiche, ispirando gite, sui passi dei protagonisti Frillini, oltre che letture.

Se ci saranno più lettori adulti, il merito va ad iniziative così ben riuscite, e questa collana davvero ha una marcia in più, grazie anche all’ispirato, originale e moderno progetto grafico curato da Athena Barbera.

Potrei concludere dicendo che vorrei essere una ragazzina per avere il piacere di gustarmi appieno questi gialli, ma sarebbe una bugia.

Perché anche senza esserlo, me li sono letta comunque di gusto…. e aspetto i prossimi…….

Sabrina De Bastiani



Translate »