I segreti di mia sorella




Mai fidarsi di chi crediamo di conoscere bene…

(Recensione di Anna Grippo)


 

Autore: Nuala Ellwod

Traduttore: Francesca Toticchi

Editore: Editrice Nord

Genere: Thriller psicologico

Pagine: 351

Data pubblicazione:  18 Gennaio 2018

 

 

Kate Rafter è una corrispondente in zone di guerra, ha visto cose che nessuno dovrebbe mai subire né vedere, ma nonostante tutto non ha nessuna intenzione di cambiare lavoro perché pensa che

Lanciarsi nell’occhio del ciclone è un modo bizzarro di guadagnarsi da vivere. La gente ci chiama impavidi perché andiamo nei luoghi in cui c’è la guerra invece di scappare. Ma io non mi definirei mai così. Per me essere una giornalista significa dare voce a quelli cui è stata tolta, raccontare le loro storie e mostrare al mondo qual è il vero costo umano della guerra”.

Da quando è tornata dalla Siria però, complice la morte di un bambino siriano che non è riuscita a salvare, Kate ha iniziato ad avere incubi peggiori di quelli che già la affliggevano: ogni notte la perseguitano e la sfibrano. Durante il giorno invece, le capita di sentire le voci della gente che ha perso la vita in guerra e di rivivere quelle scene atroci durante degli attacchi di panico provocati dal disturbo post traumatico di cui ha iniziato a soffrire.

Mentre era in Siria l’ha colpita anche una tragedia familiare, la morte sua madre, così Kate appena le è possibile torna a Herne Bay, il paese in cui è nata e cresciuta, sia per vendere la casa di famiglia che per riprendersi dagli incubi che la tormentano.

All’arrivo in stazione però non trova ad attenderla sua sorella Sally, con cui ha continui litigi, ma suo cognato Paul Cheverell, il quale la accompagna a casa e cerca di agevolarla in ogni modo.

Ma se Kate pensava di migliorare la situazione degli incubi notturni, si deve presto ricredere, perché essi continuano e anzi, sembrano ancora più reali, tanto che durante la notte sente delle grida. Inizialmente crede siano frutto della sua immaginazione, ma poi si rende conto che sono reali e che provengono dalla casa dei vicini.

Kate decide allora di andare a vedere per capire cosa stia succedendo e per portare il suo aiuto, ma Fida, la donna che vive nella casa accanto, le dice di non avere figli.

Possibile che la morte del bambino siriano le faccia avere delle allucinazioni? Il senso di colpa la sta forse portando alla follia?

I segreti di mia sorella è un thriller psicologico ben riuscito, quasi claustrofrobico che tiene incollati alle pagine e ci proietta nella mente dei protagonisti. L’autrice è riuscita a descrivere molto bene l’aspetto psicologico, non solo di Kate ma anche di sua sorella Sally a cui è dedicata una parte del libro. È stata inoltre molto brava a mischiare le carte, anche se, a dire la verità, un sospetto su una persona che non è quella che sembra, lo avevo avuto durante la lettura.

Se devo fare un appunto, riguarda il titolo dato all’edizione italiana: l’ho trovato fuorviante rispetto alla storia raccontata, e può trarre in inganno i lettori; sarebbe stato più giusto il titolo originale, My Sister’s Bones.

Il concetto chiave del libro è il senso di colpa: quello che si portano dietro sia Kate che Sally è come un cancro che le schiaccia, porta via le energie e fa vivere loro una vita senza sole, un’esistenza vissuta nel buio della commiserazione di se stesse, e soprattutto nel caso di Sally, la condanna a “vivere” quasi come un vegetale. Ma quando il destino ci mette lo zampino non è mai troppo tardi per decidere di cambiare la propria vita e di voltare pagina.

E se per far questo bisogna scontrarsi con la realtà di veder crollare la facciata di rispettabilità di una persona di cui ci fidavamo ciecamente, che importa? L’importante è prendere in mano la propria vita, andare avanti e smetterla di crogiolarsi nel senso di colpa. Consigliatissimo.

 

 

Nuala Ellwod


Prima di iniziare a scrivere quasi per caso, il suo sogno era quello di diventare musicista, motivo per il quale si è trasferita a Londra; ma il suo talento di scrittrice è stato subito riconosciuto in Inghilterra con la pubblicazione del suo romanzo d’esordio “I segreti di mia sorella”, attualmente in corso di traduzione in tutta Europa.



Translate »