Il caso G




Recensione di Cristian Volpato

Autore: Håkan Nesser

Traduzione: Carmen Giorgetti Cima

Editore: Guanda

Genere: Thriller

Pagine: 427

Anno: 2015

 

 
 
 
 
 
 
 

Il caso G è l’unico caso irrisolto della lunga carriera del commissario Van Veeteren, da sempre la sua spina nel fianco. Il cadavere di una donna ritrovato sul fondo di una piscina vuota, un presunto omicida con un alibi inattaccabile… Chi ha ucciso Barbara Clarissa Hennan? Davvero è stato suo marito Jaan, detto G, unico sospettato e, tra l’altro, odiato ex compagno di scuola di Van Veeteren? E come ha fatto a farla franca? Questi interrogativi tormentano il commissario da ben quindici anni, anche se lui ormai è in pensione ed è completamente assorbito dalla sua nuova attività di libraio antiquario. Quando la figlia del detective privato che all’epoca seguiva le indagini si presenta da lui riferendogli della scomparsa del padre, che ha lasciato un messaggio criptico in cui afferma di avere le prove per incastrare Hennan, Van Veeteren ha la possibilità di chiudere definitivamente i conti con il passato…

Le pagine scorrono tra le mani senza che te ne accorga perchè la scorrevolezza, la linearità e la semplicità con cui è scritto non ti consentono di lasciarlo e ti infondono una curiosità che nemmeno alla fine si esaurisce…

L’ex commissario, ma per tutti i suoi fans continuerà ad esserlo, Van Veeteren verrà coinvolto in un caso spinoso dove la componente personale si intreccerà con le indagini.

Questo non sarà, per lui, un caso ma sarà Il caso in quanto ne è “ossessionato” perchè rimane l’unico caso che non è riuscito a risolvere nonostante tutti i suoi sforzi.

Durante l’evolversi della storia, Van Veeteren si chiederà perché questa ossessione lo attanagli e se il fatto di conoscere una persona coinvolta nell’indagine possa averlo fuorviato dalla giusta direzione.

Ritroveremo molti personaggi che faranno da comprimari a Van Veeteren come ad esempio Munster, Bauser, Moerk e altri ancora.

La conclusione finale ci porterà un po’ di nostalgia perchè sarà davvero la conclusione della serie di Van Veeteren?

«C’è un erede di Maigret, si chiama Van Veeteren e viene dalla Svezia, come il suo autore… Le indagini, compiute personalmente dal commissario, rivelano una grande umanità, cosa che lo accomuna al suo predecessore…»

La Repubblica

 

 

 

Håkan Nesser


Håkan Nesser – (Kumla, 21 febbraio 1950) è uno scrittore svedese di romanzi polizieschi. Ha insegnato lettere in un liceo, ma dopo il successo ottenuto dai suoi primi romanzi si è dedicato interamente alla letteratura. Molti dei suoi gialli hanno come protagonista il commissario Van Veeteren che vive nell’immaginaria città di Maardam, ubicata in un paese del nord Europa, verosimilmente la Svezia anche se il gulden, la valuta locale, e alcuni nomi potrebbero far pensare ai Paesi Bassi. L’altra sua serie di successo vede come protagonista l’ispettore svedese di origini italiane Gunnar Barbarotti che lavora nell’immaginaria cittadina di Kymlinge, in Svezia. I suoi libri sono stati tradotti in molte lingue, tra cui l’italiano, e da alcuni di essi sono stati tratti film o serie televisive.