Il lato oscuro dell’addio



(Recensione di Giuliana Pollastro)


Autore: Michael Connelly

Traduttore: A. Colitto

Editore: Piemme

Pagine: 372

Genere: thriller

Anno di pubblicazione: 2018

 

 

 

Gli addii che siano essi volontari, involontari o necessari, non sono mai facili, sia per chi viene lasciato, ma soprattutto per chi è costretto a lasciare.

Hieronymus Bosch, conosciuto meglio come Harry Bosch, è un poliziotto formalmente in pensione dal dipartimento di Los Angeles, ma volontario presso un altro dipartimento, quello più piccolo di San Fernando, e ispettore privato a tempo pieno, perché si sa “ il sangue da poliziotto non smette mai di scorrere nelle vene”.

In qualità di ispettore privato viene contattato dal magnate e plurimilionario Whitney Vance che, ormai in punto di morte, gli commissiona una delle ricerche più difficili: quella di verificare che non esistano eredi a cui lasciare la sua immensa fortuna.

Vance sa che la presenza di un erede potrebbe essere un’ipotesi possibile; ha convissuto con questo dolore troppo a lungo, sa che forse c’è un bambino nato da una relazione risalente ai tempi dell’università. Bosch inizia cosi il suo percorso a ritroso negli anni, incappando in non pochi problemi, per scoprire cosa ne è stato di quella donna e di quel bambino.

Man mano che i pezzi cominciano a formare un quadro completo, si scopre che la sua situazione è più complessa e pericolosa di quello che si crede.

Libro adrenalinico, che ti cattura e ti tiene incollato alle pagine nell’attesa di scoprire come le storie vanno a finire.

Sì, storie, perché contemporaneamente a quella da detective privato, Bosch conduce come volontario della polizia un’indagine per scovare uno stupratore seriale, che ha già violentato 4 donne e non sembra voler fermarsi qui.

Libro scorrevole, ben scritto. La presenza di più storie non fa perdere il filo della narrazione, anzi, esse si mescolano e si integrano tra loro alla perfezione, in equilibrio sinergico. Ricco di colpi di scena, Il lato oscuro dell’addio si legge tutto d’un fiato e non è possibile staccarsene se non alla fine.

 

 

Michael Connelly su Thrillernord

Nato a Philadelfia, il 21 luglio 1956 è uno dei più famosi scrittori di Thriller statunitense. Autore di molteplici successi, da uno di essi “Delitto di Sangue” è stato anche tratto un film diretto ed interpretato da Clint Eastwood. Ha scritto molti libri avente come protagonista Harry Bosch.