Il presidente è scomparso




Recensione di Katia Fortunato


Autori: Bill Clinton & James Patterson

Editore: Longanesi

Traduzione: L. Bernardi

Genere: Thriller

Pagine: 496

Anno di Pubblicazione: 2018

 

 

 

Sinossi. La Casa Bianca è la residenza del Presidente degli Stati Uniti, la persona più osservata, controllata e protetta del mondo. E allora come fa un Presidente a scomparire senza lasciare traccia? Ma, soprattutto, perché dovrebbe farlo? Nato dalla collaborazione senza precedenti tra il presidente Bill Clinton e lo scrittore più venduto al mondo, James Patterson, Il presidente è scomparso è una storia mozzafiato proveniente dalle altezze vertiginose del potere. Un romanzo che rende davvero l’idea di cosa voglia dire sedersi nello Studio Ovale – la pressione eccezionale, le decisioni lampo, le opportunità stimolanti, il potere che corrode – che può essere definito come il thriller del decennio, che confronta le minacce più oscure che il mondo deve affrontare con gli interessi più alti possibili.

 

 

Recensione

Eh sì, verrebbe da dire, scrivono proprio tutti, ormai: dai rapper de noartri, alle starlette della televisione, fino agli ex presidenti degli Stati Uniti D’America.

La cosa sorprendente è che l’accoppiata Patterson/Clinton è proprio ben azzeccata! E io, modestamente, lo avevo intuito, eh!

Quando ho visto la copertina pubblicizzata molto prima che uscisse Il presidente è scomparso, ho pensato: Devo leggere questo libro!

La storia ti prende, soprattutto perché mescola terrorismo informatico e ISIS.

La tensione è palpabile, devo dire, e questa cosa dei capi di Stato che si ritrovano per cercare di risolvere il problema, l’impeachment al presidente (tanto noto al momento per i recenti fatti di cronaca politica del nostro paese) o il tradimento, sono un ottimo connubio.

Ci ritroviamo un autore con un record di vendite pazzesco e un presidente che decidono di scrivere insieme; mmh… Secondo voi cosa poteva venirne fuori?

Competenza tecnica unita a competenza letteraria!

Certo, sarebbe meraviglioso se un presidente, che sia americano, italiano, francese o altro, avesse veramente a cuore le sorti della nazione che guida e non pensasse meramente ai suoi sporchi interessi.

In questo libro troviamo questo; l’amore per un Paese, per il proprio Paese, per il popolo, e la voglia di fare veramente qualcosa di buono. Solo in un libro questo poteva succedere.

 

Grazie a Dio abbiamo ancora davanti un futuro pieno di possibilità, e non il macabro compito di farci strada tra le macerie. Lo dobbiamo ai nostri figli, a noi stessi e ai miliardi di brave persone che in tutto il mondo ancora vogliono che il nostro Paese sia un modello a cui ispirarsi, un esempio e un amico.

 

Un appunto per quanto riguarda la figura del presidente all’interno del romanzo: alcune volte mi ha piuttosto irritato. Troppo teatrale, melodrammatico, buonista. C’è un limite a tutto, anche alla fantasia!

Nella sua caratterizzazione, non so bene perché, ci vedo la mano di Clinton…

 

 

 

Bill Clinton


Bill Clinton: Clinton William Jefferson, detto Bill è un uomo politico statunitense. Governatore dell’Arkansas (dal 1978), democratico, è stato eletto pr degli USA nel 1992 e rieletto nel 1996, interrompendo un lungo periodo di amministrazioni repubblicane. Ha conquistato settori moderati dell’elettorato e perseguito una politica estera di controllo dei conflitti internazionali, nonostante il suo progetto per la soluzione del conflitto israelo-palestinese sia poi fallito. Coinvolto in uno scandalo per una relazione extraconiugale con una giovane stagista alla Casa Bianca, Monica Lewinsky, è riuscito a superare un’inchiesta e una tempesta sui mass media portando a termine il mandato nel 2000. Tra i libri scritti da Bill Clinton, sono usciti in Italia Dare di più. Come ciascuno di noi può salvare il mondo e My life editi da Mondadori e Tra storia e speranza. Le sfide degli Stati Uniti per il terzo millennio edito da Baldini Castoldi Dalai. Con lo scrittore di thriller James Patterson ha scritto il romanzo Il presidente è scomparso (Longanesi 2018).

 

James Patterson (Scheda Autore)


James Patterson: Scrittore statunitense. Dopo gli studi, nel Massachusetts e nel Tennessee, si è trasferito a New York, dove ha lavorato per l’agenzia pubblicitaria J. Walter Thompson, diventando il presidente della filiale americana. Vincitore nel 1977 del prestigioso premio Edgar per il miglior romanzo d’esordio (The Thomas Berryman Number), da allora si è imposto come uno dei migliori e più prolifici autori di thriller. La sua fama è legata soprattutto al personaggio di Alex Cross, lo psicologo cacciatore di serial killer interpretato sul grande schermo da Morgan Freeman in due fortunate trasposizioni (Il collezionista e Nella morsa del ragno), ma anche ai romanzi delle Donne del club Omicidi e alla serie Maximum Ride. I suoi libri, tradotti in tutto il mondo, solo negli Stati Uniti hanno superato le dieci milioni di copie vendute. Tra i suoi libri più recenti si ricorda La setta, uno dei capitoli della serie Witch & Wizard, pubblicato da Nord nel 2016; L’evaso, scritto insieme a Michael Ledwidge e pubblicato da Longanesi nel 2016 e sempre per Longanesi nel 2017 Peccato mortale scritto con Maxime Paetro e Chi soffia sul fuoco, scritto con Michael Ledwidge. È del 2018 Tradimento finale. Con l’ex presidente degli stati uniti Bill Clinton ha scritto il thriller Il presidente è scomparso.È anche autore di libri per ragazzi, tra cui si ricorda il bestseller Scuola media.