Il ricatto




Recensione di Marta Agostinelli

Autore: Anne Holt

Pagine: 484

Editore: Einaudi

Genere: Giallo nordico

Anno di pubblicazione: 2012
 
 
 
 
 
 

Sigurd Halvorsrud è uno stimato procuratore del Regno di Norvegia.

Tanto la sua carriera quanto la sua vita privata paiono immacolati. Eppure, quando la moglie Doris Flo viene uccisa in casa sua, con un colpo di spada che le mozza la testa, gli indizi sono tutti contro di lui. Una cosa però manca, una sola ma importante: il movente.

E l’ispettore capo Hanne Wilhelmsen non ha intenzione di rassegnarsi ad accettare una soluzione del caso comoda ma incompleta. Ne nasce un’indagine contro tutti e tutto, contro la falsa evidenza, contro gli stereotipi, perfino contro certi colleghi e certe regole; un’indagine che pone una sfida impossibile dopo l’altra, dal dimostrare che un suicida è vivo all’individuare i membri anche illustri di una rete di pedofili.

La battaglia è ardua, ma stavolta Hanne non deve combattere solo in nome della giustizia e della legalità.
Cecilie, la sua compagna, è malata, e la paura del futuro mette in dubbio il passato e in crisi il presente.
Dopo decenni in cui il lavoro le ha tolto il sonno e ore preziose da dedicare a chi ama, ha ancora senso essere una poliziotta?
E la caccia al movente dell’omicidio e all’assassino diventa specchio di un’altra caccia: quella, dolorosa e infinita, a chi siamo davvero.

“Il ricatto” è un vero giallo che fino alla fine non ti permette di distinguere tra verità e ciò che è solo fumo negli occhi.
L’ispettore capo è un personaggio un po’ fuori dagli schemi che in questo episodio viene messo a dura prova ma per questo più apprezzabile.

Molto bella anche la descrizione dei paesaggi e degli scenari delle vicende.

 
 
 

Anne Holt


Anne Holt (Larvik, 16 novembre 1958) è una scrittrice, avvocato e giornalista norvegese. È cresciuta a Lillestrøm e Tromsø per poi trasferirsi ad Oslo nel 1978 dove vive con la compagna Anne Christine Kjær (nota anche come Tine Kjær) e la figlia Iohanne. Anne Holt si è laureata in legge all’Università di Bergen nel 1986, ha lavorato per la Norsk rikskringkasting (NRK), l’azienda radiotelevisiva di stato norvegese, nel periodo fra il 1984 ed il 1988. Successivamente ha lavorato per due anni al dipartimento di polizia di Oslo per poi diventare avvocato. Nel 1990 è tornata alla NRK dove ha lavorato per un anno come giornalista ed anchor woman per il notiziario Dagsrevyen. Anne Holt ha iniziato la sua carriera di avvocato nel 1994 ed è stata ministro della giustizia norvegese dal 1996 al 1997. La sua carriera di scrittrice inizia nel 1993 con la pubblicazione de La dea cieca. Anne Holt è uno degli autori di noir e libri gialli più famosi della Norvegia.