Il dovere di uccidere

(recensione di Amanda Airola)




Autore: Håkan Nesser
Traduttore: Carmen Giogetti Cima
Editore: Guanda
Pagine: 310
Genere: Thriller
Anno pubblicazione: 2017


Solo quando cominciamo a combattere il male ci facciamo un’idea della sua estensione. Solo quando accendiamo una luce nel buio ci rendiamo conto di quanto sia profondo.


È il secondo libro di questo autore che mi cimento a leggere ed esattamente come il primo si è rivelato un piccolo capolavoro.

La vicenda si svolge nella solita località di Maardam, ma questa volta non sarà il commissario Van Veeteren il protagonista, bensì il sovraintendente Munster con una squadra affiatata di ispettori.
Non preoccupatevi, Van Veeteren metterà il suo zampino anche in questa indagine. Per fortuna, oserei dire, perché non si può certo pensare di poter perdere un personaggio così carismatico.

Il romanzo inizia con una sorta di presentazione della vittima, per poi proseguire in quella che sembra una tranquilla routine investigativa. In questa prima parte ci sono due aspetti che apprezzo sempre molto del modo di scrivere dell’autore, ovvero il racconto di ogni passaggio dell’indagine con il rispetto dei tempi che presumibilmente occorrerebbero anche nella realtà, dove i casi non vengono di certo risolti in una manciata di giorni. E l’alternarsi dei capitoli narrati sotto i diversi punti di vista di ogni personaggio.

L’omicidio del pensionato Waldemar Leverkuhn è tanto efferato quanto misterioso, in principio la modesta vincita alla lotteria e la presunta scomparsa di uno dei suoi compagni di scommesse sembra dare immediatamente luce al caso, ma fin troppo presto ci si rende conto che le tessere del puzzle non si incastrano nel modo corretto.

Insieme a Munster anche noi ci ritroveremo in parecchi vicoli ciechi, ma non temete, non c’è una sola pagina in questo libro che risulti noiosa, anzi al contrario, un colpo di scena dietro l’altro cambieranno molte volte le carte in tavola, costringendoci non solo a una lettura superficiale, ma a una vera e propria indagine per scoprire il colpevole. Al nostro personale giudizio resta solo da decidere se davvero l’omicidio è il peggiore di tutti i crimini o se ne esistono altri nascosti nell’ombra che creano ancora più devastazione all’animo umano.

Parallelamente all’indagine assistiamo allo scorrere delle vite dei vari protagonisti, che non sono certo rosee come ci si aspetterebbe da personaggi che vivono solamente sulla carta stampata. Ognuno di loro ha i suoi piccoli problemi da risolvere e ognuno di loro potrebbe rispecchiare la vita di ciascuno di noi, anche se, certo, noi non arrestiamo assassini.

Con Håkan Nesser non si rischia certo di cadere nella noia, il suo stile narrativo è placido e inarrestabile al tempo stesso. Una pagina dopo l’altra ogni ombra verrà svelata dalla luce; la stessa luce che intravedrete fuori dalla finestra rendendovi conto di aver salutato l’alba pur di non chiudere il libro, perché ne siete certi, l’assassino ormai è a portata di mano!!



L'AUTORE - Håkan Nesser (Kumla, 21 febbraio 1950) è uno scrittore svedese di romanzi polizieschi. Ha insegnato lettere in un liceo, ma dopo il successo ottenuto dai suoi primi romanzi si è dedicato interamente alla letteratura. Molti dei suoi gialli hanno come protagonista il commissario Van Veeteren che vive nell'immaginaria città di Maardam, ubicata in un paese del nord Europa, verosimilmente la Svezia anche se il gulden, la valuta locale, e alcuni nomi potrebbero far pensare ai Paesi Bassi. L'altra sua serie di successo vede come protagonista l'ispettore svedese di origini italiane Gunnar Barbarotti che lavora nell'immaginaria cittadina di Kymlinge, in Svezia. I suoi libri sono stati tradotti in molte lingue, tra cui l'italiano, e da alcuni di essi sono stati tratti film o serie televisive.



Di Håkan Nesser:

IL LIBRO - Il caso G è l’unico caso irrisolto della lunga carriera del commissario Van Veeteren, da sempre la sua spina nel fianco. Il cadavere di una donna ritrovato sul fondo di una piscina vuota, un presunto omicida con un alibi inattaccabile… Chi ha ucciso Barbara Clarissa Hennan? Davvero è stato suo marito Jaan, detto G, unico sospettato e, tra l’altro, odiato ex compagno di scuola di Van Veeteren? E come ha fatto a farla franca? Questi interrogativi tormentano il commissario da ben quindici anni, anche se lui ormai è in pensione ed è completamente assorbito dalla sua nuova attività di libraio antiquario. Quando la figlia del detective privato che all’epoca seguiva le indagini si presenta da lui riferendogli della scomparsa del padre, che ha lasciato un messaggio criptico in cui afferma di avere le prove per incastrare Hennan, Van Veeteren ha la possibilità di chiudere definitivamente i conti con il passato…
.

IL LIBRO - Luglio è arrivato. Il caldo opprime ormai da giorni la cittadina di Maardam. Ancora poche ore di lavoro, e per l’ispettore di polizia Ewa Moreno le tanto sospirate ferie non saranno più un miraggio. Non solo: Ewa ha un nuovo affascinante fidanzato, Mikael Bau, che l’ha invitata nella sua casa estiva di Port Hagen. Ma a quanto pare non è così semplice «staccare la spina»: dall’interrogatorio di un pericoloso criminale emergono accuse infamanti proprio all’indirizzo della polizia. Nel cielo insolitamente limpido dell’estate nordica si addensano nubi minacciose. Come se non bastasse, l’ispettore si ritrova implicata nella scomparsa di Mikaela Lijphart, una diciottenne il cui destino si intreccia drammaticamente ai fantasmi di un’altra estate lontana, quella del 1983: la morte misteriosa di una ragazza, Winnie Maas, la relazione di quest’ultima con un professore poi sprofondato nella follia...


IL LIBRO - Nella cittadina svedese di Maardam, dove vive il commissario Van Veeteren, viene rinvenuto un cadavere. Si tratta di un maturo imprenditore, freddato dentro casa, con l’aggiunta di due colpi sparati all’inguine. Una modalità inquietante, utilizzata dall’assassino per un nuovo delitto, a pochi giorni dal primo. Dalle indagini emerge che entrambe le vittime, prima di morire, avevano ricevuto misteriose telefonate, in cui al silenzio seguiva una musica anni Sessanta


IL LIBRO - In una fredda notte di pioggia due vite fatalmente si incrociano in un tragico incidente: l’uomo, un automobilista ubriaco, investe il ragazzo, un giovane studente e, con il favore del buio, fugge non visto. Il fatto sconvolge però la sua esistenza e innesca una serie di eventi e di omicidi che appaiono inspiegabilmente predeterminati e imprevedibili allo stesso tempo. La polizia di Maardam, l’immaginaria cittadina nordeuropea che fa da sfondo alla serie creata da Håkan Nesser, brancola nel buio


IL LIBRO - rentacinque anni dividono la fine inspiegabile di Germund Grooth e Maria Winckler – legati nella vita come nella morte – in fondo a un burrone nei boschi intorno a Kymlinge. Incidente o suicidio? Alcune strane circostanze, però, inducono gli investigatori a pensare che possa trattarsi di omicidio: che cosa si nasconde dietro l’apparente normalità degli «altri», il gruppo degli amici di Germund e Maria fin dai tempi dell’università a Uppsala? Come già in passato, anche oggi la polizia di Kymlinge...


IL LIBRO - Una famiglia modello, gli Hermansson. O quasi. Pochi giorni prima di Natale sono riuniti per festeggiare un centocinquesimo compleanno: i sessantacinque anni di Karl-Erik, padre encomiabile e insegnante in pensione, e i quaranta di Ebba, la sua figlia prediletta. È l’occasione per ritrovare proprio tutti, perfino Robert, la «pecora nera» della famiglia: scrittore mancato...


IL LIBRO - «La vita non potrà mai essere meglio di così.» Ante Valdemar Roos non si riconosce in queste parole, le parole di suo padre: a quasi sessant’anni conduce un’esistenza ordinaria. Sua moglie non lo capisce; le figlie di lei lo considerano un fallito; i colleghi di lavoro lo trattano con indifferenza, se non con disprezzo. Ma un giorno la fortuna gli sorride, e la schedina giocata con tanta pazienza anno dopo anno risulta vincente. Valdemar decide di tenere per sé questa notizia e comincia a costruirsi una vita parallela...


IL LIBRO - Estate 2002, Bretagna: sei turisti svedesi si incontrano per caso e trascorrono in compagnia alcuni giorni di vacanza. Sono due coppie e due single che hanno poco in comune, a parte il fatto di essere connazionali in ferie in un paese straniero: insieme fanno lunghe nuotate in mare, cene a base di vino e crostacei, organizzano gite e flirtano un po’ oltre il consentito…


IL LIBRO - Al commissario Kluuge è stato assegnato il compito di badare alla centrale di polizia mentre il suo capo è in ferie, siamo nella piccola cittadina di Sorbinowo, un luogo di villeggiatura per molti turisti...


IL LIBRO - La tranquilla cittadina di Kaalbringen viene sconvolta da due efferati omicidi apparentemente non collegati tra loro, se non dalla scelta dell’arma utilizzata, una mannaia....


IL LIBRO - Inizia male la giornata per Janek Mitter, con quel mal di testa lancinante. Sul pavimento le bottiglie di vino vuote, nel bagno il cadavere della giovane moglie Eva che galleggia nella vasca. Pochi ricordi sbiaditi dall’alcol e la sola certezza di non essere stato lui a ucciderla. Eppure tutto lo accusa e a nulla vale la linea difensiva: la condanna per omicidio colposo arriva inesorabile, sei lunghi anni di carcere...



Se siete lettori appassionati visitate: