Incroci obbligati




Incroci obbligati. Milano, le investigatrici per caso Bonetti e Valli indagano

(Recensione di Dario Brunetti)


Autrice: Paola Varalli

Genere: Giallo

Casa editrice: Fratelli Frilli

Pagine: 170

Anno di pubblicazione:  2017

 

 

Milano. In un ufficio del Comune viene rinvenuto il cadavere del geometra Diotaiuti assassinato con un tagliacarte conficcato dietro la schiena. A farne la scoperta è l’architetto Mirella Bonetti.

Da qui partono le indagini della polizia e in prima linea le seguirà il vicequestore Santini, ma non sarà il solo, perché proprio l’architetto Mirella Bonetti con la sua amica del cuore Anita Valli si metteranno sulle tracce dell’assassino del geometra improvvisandosi investigatrici.

Una sembra più Sherlock Holmes e l’altra MacGyver come simpaticamente ha deciso la scrittrice, attribuendo loro due personaggi fin troppo noti quanto differenti.

Le due allegre investigatrici avvieranno un’indagine parallela a quella della polizia, alla guida di un vecchio furgone aggirandosi per Milano e dintorni.

Tra progetti del geometra poco chiari, messaggi da decriptare, gioielli antichi, orefici poco affidabili e anziane signore disturbate nella loro tranquilla casa di riposo, la loro sarà un’avventura senza esclusione di colpi durante la quale finiranno anche per cacciarsi in guai molto seri mettendo a repentaglio la loro stessa incolumità; ma verranno a capo della soluzione finale sbrogliando più di una matassa.

Incroci obbligati è un romanzo giallo con una trama solida e dagli sviluppi molto interessanti. È vivace, piuttosto colorato, linguaggio incluso, con dialoghi che fanno dell’immediatezza l’arma vincente.

Romanzo davvero convincente e sorprendente, merito della scrittrice Paola Varalli !!!!

 

 

Paola Varalli


Nata a Somma Lombardo in provincia di Varese.Vive e lavora come architetto a Milano, è specializzata nel settore allestimenti: progetta stand per le fiere e le mostre. Con il romanzo giallo Incroci obbligati ha vinto il concorso Delitto D’autore (II edizione 2005) indetto dall’associazione sportiva ACSI di Lucca.Con il racconto Crisi d’identità ha vinto il concorso Corpi indetto dalla rivista Marea di Genova. Con il racconto The big frecc è pubblicata sull’antologia Milano Noir e Giald edito da COX 18 Milano.Con il racconto Chi va all’orto è un uomo morto è arrivata seconda alla gara Giallo Milanese indetta da excogita edizioni di Luciana Bianciardi ed è pubblicata sulla antologia Giallomilanese 2010. Con il racconto Paura della perquisa pubblicata su Giallomilanese 2012 è stata finalista.Con Lulu ha pubblicato in giro raccolta di spassosi diari di viaggio e trekking. Nata a Somma Lombardo in provincia di Varese.Vive e lavora come architetto a Milano, è specializzata nel settore allestimenti: progetta stand per le fiere e le mostre. Con il romanzo giallo Incroci obbligati ha vinto il concorso Delitto D’autore (II edizione 2005) indetto dall’associazione sportiva ACSI di Lucca.Con il racconto Crisi d’identità ha vinto il concorso Corpi indetto dalla rivista Marea di Genova. Con il racconto The big frecc è pubblicata sull’antologia Milano Noir e Giald edito da COX 18 Milano.Con il racconto Chi va all’orto è un uomo morto è arrivata seconda alla gara Giallo Milanese indetta da excogita edizioni di Luciana Bianciardi ed è pubblicata sulla antologia Giallomilanese 2010. Con il racconto Paura della perquisa pubblicata su Giallomilanese 2012 è stata finalista.Con Lulu ha pubblicato in giro raccolta di spassosi diari di viaggio e trekking.