Intervista a Andrea Marcolongo




A tu per tu con l’autore

 

 

 

Scrivere è la tua “misura eroica”?

Si per il momento la scrittura è la mia misura eroica, ho molto lottato con me stessa prima di giungere a questo porto. Spesso ho avuto paura di scrivere perché significa non essere bugiardi e mettersi a nudo, e lo si fa perché veramente si vuole dire qualcosa, il mio è stato un lungo viaggio. Mi è stato proposto molte volte di dedicarmi ai romanzi ma scappavo non da loro ma da me stessa fino a quando non ho voluto riconoscermi e sono approdata alla scrittura, ancora oggi faccio fatica a pensare che il mio lavoro sia scrivere, è un sogno per me.

 

 

 

Come convivi con la popolarità, visto il tuo donarti ai lettori?

La mia popolarità la vivo coltivando un rapporto quotidiano e diretto con i miei lettori che sono la mia forza, fiducia e coraggio. Pubblicare etimologicamente significa avere un pubblico e non stampare su di un foglio di carta. Lo scrivere è la mia meta ,come Giasone, il mio vello d’oro.

 

 

 

Hai mai pensato di dedicarti all’insegnamento?

Io ho insegnato in passato, facendo lezioni private, è una delle mie più grandi passioni, così dalle domande dei miei studenti è nato “La lingua geniale”. Ora insegno scrittura alla scuola Holden e tengo delle lectio in Messico ed in Francia, è stupendo essere a contatto con gli studenti e contribuire alla loro educazione.

 

 

 

Quali sono i tuoi autori di riferimento e quali libri sul comodino?

Adoro Dante Alighieri, ho letto integralmente “La vita nova” e la “Divina commedia”. Apprezzo la letteratura francese ed in particolare Marcel Proust, Annie Ernaux e Marguerite Yourcenar . Per quanto concerne la letteratura italiana ricordo Maurizio Maggiani di cui ho amato il suo libro “Il romanzo della nazione” e continuo citando Domenico Starnone ed Elena Ferrante. Inoltre mi preme citare scrittori quali: Rebecca West, Simon Sebag Montefiore , Andre Aciman e Velibor Colic.

 

 

 

Quali sono i tuoi progetti futuri?

Affronterò la fiera del libro di Francoforte e poi proseguirò con altre date la promozione del libro sia in Italia che in Francia e Spagna, dove usciranno le edizioni del mio libro e sono particolarmente felice che lo stesso verrà pubblicato negli Stati Uniti. Vorrei in primavera dedicarmi alla scrittura e tornare a vivere quel momento magico in cui cerco le parole per dirle.

Andrea Marcolongo

 

A cura di Francesco Morra


Di Andrea Marcolongo:

IL LIBROGiasone è solo un ragazzo quando, inesperto del mare e della vita, insieme ai compagni Argonauti salpa con la nave Argo, la prima costruita da mano umana, verso la remota Colchide alla ricerca del leggendario vello d’oro. Per poi, vittorioso, fare ritorno con l’amata Medea nell’Ellade, fra le paure, le tentazioni e le insidie proprie di ogni lunga navigazione in mare aperto…



Translate »