Intervista a CAMILLA GREBE






A tu per tu con l’autore

 

 

Abbiamo avuto il piacere di scambiare quattro chiacchiere con Camilla Grebe, autrice di un thriller che sta riscuotendo grande successo tra il pubblico internazionale, “La sconosciuta”, che rappresenta anche il suo esordio come “solista” nella mondo della scrittura, dopo aver pubblicato alcuni romanzi con la sorella, Åsa Träff .

1) How did you come to write such a detailed book and such an unexpected ending?

The book really started out as an experiment! I knew I wanted to write a story about a stalker, and at the same time see if I could fool the reader. Initially, I wasn’t sure if I would succeed, but I believe I did. I really like books that surprise me, especially thrillers, so this was what I wanted to accomplish.

Da dove nasce l’idea di scrivere un libro così ricco di dettagli e soprattutto un finale così inaspettato?

In verità questo libro per me è stato un esperimento. Sapevo di voler scrivere una storia che parlasse di uno stalker e allo stesso tempo, volevo vedere in che modo poter trarre in inganno il lettore. Inizialmente, nonostante ci credessi, non ero sicura che avrebbe avuto successo. Mi piacciono molto i libri che riescono a soprendermi, soprattutto i thriller, e questo era esattamente l’effetto che volevo ottenere con il mio.

2) What really stands out in “La sconosciuta” is the precision of each character’s description. How did you succeed in having the reader empathize with the protagonists?

The characters are extremely important! If you cannot make the reader believe in them, and empathize with them to some extent, you can never create real suspense. I want my characters to feel real and I also want  them to be different from what you would normally find in the genre. For example: Peter is a senior police investigator with commitment issues, and Hanne, a ten-year-older profiler who has just been given a diagnosis of onset dementia. Many years prior to working together on this investigation, Peter and Hanne had a relationship that ended very badly. I thought this would be an interesting combination: an older woman and a younger man. And the dementia was also fascinating to work with.

Ciò che salta subito agli occhi ne “La sconosciuta” è la precisione nella descrizione di ciascun personaggio. Da dove nasce la capacità di far entrare in sintonia il lettore con i protagonisti?

I personaggi sono estremamente importanti! Se non riesci a renderli credibili agli occhi del lettore e a stabilire con esso il giusto grado di empatia, non potrai mai creare vera suspense. Io voglio che i miei personaggi sembrino reali ma anche che siano completamente differenti da quelli che ti aspetteresti di trovare in un thriller. Per esempio: Peter è un detective capo della polizia che ha problemi ad assumersi impegni, e Hanne è una profiler di dieci anni più grande, alla quale è appena stato diagnosticato un inizio di demenza. Molti anni prima di lavorare insieme su questa indagine, Peter e Hanne hanno avuto un relazione finita molto male. Ho pensato che questa combinazione tra una donna più grande e un uomo più giovane potesse essere molto interessante, e anche trattare il tema della demenza ha avuto il suo fascino.

3) Each character fights against its own monsters. What’s Peter and Hanne’s secret not to be overcome?

As Peter and Hanne get pulled into this murder investigation, they have to face their past and their demons. While they struggle to hunt down the brutal murderer, they are inevitably drawn together once again. This complicates things for them, but at the same time, it is what saves them

Ogni personaggio ha i suoi mostri contro cui combattere, qual è il segreto di Peter e di Hanne per non lasciarsi sopraffare?

Più Peter e Hanne si addentrano in questa indagine di omicidio, più si ritrovano a dover affrontare il loro passato e i loro demoni. Nella ricerca del brutale assassino, si ritroveranno ancora una volta uniti, e anche se questo complicherà le cose, allo stesso stesso tempo sarà la loro ancora di salvezza.

4) How much of Camilla Grebe can be found in “La sconosciuta”?

Very little, I’m afraid. If I were like most of my characters, I would be a monster…

Quanto c’è di Camilla Grebe ne “la Sconosciuta”?

Molto poco, temo. Se fossi come la maggior parte dei miei personaggi, sarei un mostro…

5) What are your favorite author and book? (not necessarily thriller)

There are so many! In terms of thrillers, I really like Gillian Flynn, Belinda Bauer and Denise Mina. But I read a lot of novels too. I love Joyce Carol Oates, Ian McEwan and Margret Atwood, just to mention a few.

 Qual è il suo autore e libro, anche non thriller, preferito?

Ce ne sono così tanti! Parlando di thriller, mi piacciono molto Gillian Flynn, Belinda Bauer e Denise Mina. Ma leggo anche molti romanzi. Mi piacciono Joyce Carol Oates, Ian McEwan e Margret Atwood, giusto per citarne alcuni.

6) How do you “face” nordic literature?Which nordic author do you really prefer?

When I think of Nordic literature, I immediately think of Nordic noir. In fact, every time I’m abroad, this is what I get asked about. Maybe we live in such a safe and well-organized society that we need to make these gruesome stories up… In terms of thrillers, I really like the Swedish writer Håkan Nesser’s books.

Qual è il suo rapporto con la letteratura nordica e, nel caso, quali sono i suoi autori nordici preferiti?

Quando penso alla letteratura nordica, immediatamente penso al noir nordico. Infatti è la domanda che mi fanno sempre quando sono all’estero. Forse viviamo in una società così sicura e ben organizzata che abbiamo bisogno di inventare delle storie raccapriccianti. Parlando di thriller mi piacciono moltissimo i libri dello scrittore svedese, Håkan Nesser.

Camilla Grebe

 

a cura di Valentina Marcis

(Traduzione di Anastasia Frollo e Manuela Fontenova)

 

Camilla Grebe su THRILLERNORD