ll sigillo del cielo




Recensione di Costantino Giordano


Autore: Glenn Cooper

Traduzione: Barbara Ronca

Editore: Nord

Genere: Thriller

Pagine: 391

Data di pubblicazione: 10 Giugno 2019

 

 

 

 

 

 

Sinossi. Mosul, 1095. Daniel Basidi è un uomo di fede. Eppure teme che stavolta il Signore gli abbia dato da portare un fardello troppo grande. Per anni ha cercato di mettere il suo dono al servizio degli altri. Ma quest’ultima rivelazione, questa rivelazione terribile e sublime, non può essere condivisa con nessuno, è troppo pericolosa. Daniel deve portarla con sé nella tomba. Iraq, 1989. Hiram Donovan è un uomo di scienza. Eppure, quando tocca quella pietra sepolta nella sabbia, si sente come attraversare da una corrente elettrica. E ha paura. Infrangendo la legge e i suoi stessi principi morali, Hiram sottrae l’oggetto dallo scavo e lo spedisce alla moglie, in America. Sarà l’ultima cosa che farà prima di morire. New York, oggi. Cal Donovan è un uomo d’azione. Eppure, non appena riceve la notizia che sua madre è stata uccisa, il mondo gli crolla addosso. Il suo appartamento è a soqquadro, ma i presunti ladri non hanno preso né gioielli, né quadri, né contanti. Che cosa cercassero, Cal lo scopre dopo qualche giorno, in una scatola da scarpe nascosta in fondo a un armadio. Una busta che suo padre aveva mandato dall’Iraq. Ancora sigillata. Dentro, c’è l’ossessione che ha tormentato avventurieri e imperatori, il segreto per cui hanno dato la vita santi e ciarlatani, la minaccia che deve restare sepolta, per il bene del mondo. E ora tocca a Cal proteggerla. A ogni costo.

 

 

Recensione

Entusiasmante, emozionante, carico di pathos e di adrenalina, sono solo alcuni degli aggettivi che possono essere usati per descrivere il nuovo libro di Glenn Cooper “Il sigillo del cielo”. Se c’è una cosa che tutti hanno appreso dopo tanti libri pubblicati da Cooper è che non sbaglia un colpo. Ogni volta ci si aspetta un lavoro meno entusiasmante del precedente e puntualmente si viene meravigliosamente smentiti.

La trama è intrigante già dalle prime pagine, il ritmo incalzante e l’ordine cronologico degli eventi è perfetto; il lettore, senza accorgersene, è portato, attraverso un percorso preciso e ben delineato dall’autore, a comprendere la psiche di ogni singolo personaggio. Inoltre, ad ogni capitolo, come spesso accade nei libri di Cooper, viene introdotto un nuovo personaggio in grado di donare nuova linfa vitale e curiosità alla storia.

“Il sigillo del cielo” è un thriller orchestrato magistralmente; il lettore viene catapultato all’interno dell’azione e tutto si svolge in modo nitido e diretto.

Ci sono tutti gli ingredienti: azione, mistero, storia, alchimia e magia, un cocktail esplosivo che fa divertire il lettore e non gli permette di prendersi un attimo di pausa, le pagine scorrono via veloci tra un rito enochiano, una sparatoria o una ricostruzione di un evento storico.

Durante la lettura ci si rende conto che è stato fatto uno studio approfondito sul mistico elisabettiano John Dee e dei suoi diari. Il lettore ha la possibilità di scoprire un nuovo mondo, un mondo fatto di mistero, credenze, riti magici e sedute oracolari.

Il filo conduttore della storia è proprio il mistero che si cela dietro una pietra di ossidiana scoperta alla fine degli anni ’80 da Hiram Donovan padre del protagonista Cal; ma questo mistero ha radici molto più profonde e antiche e sarà compito di Cal Donovan scoprire perché negli anni anzi, nei secoli, ci siano state persone in grado di uccidere per avere la pietra. Ma cosa si cela dietro questa pietra? Cosa permette di fare? A cosa permette di accedere?

Che riveli una presenza oscura o l’essenza dell’oscurità stessa?

Attraverso le sue indagini Cal Donovan girerà il mondo per scoprire l’enigma che si nasconde dietro questa ossidiana!

Tra viaggi in posti meravigliosi, scoperte incredibili e un alto tasso di adrenalina il lettore vivrà in prima persona una storia entusiasmante e sorprendente che gli farà credere, come spesso accade dopo aver letto i libri di Glenn Cooper, che a volte l’impossibile può diventare possibile e che l’incredibile non sia così tanto incredibile ma, anzi, spesso diventa più credibile della realtà stessa.

La lotta tra il bene e il male sarà senza precedenti e forse, questa volta, non sarà il bene ad avere la meglio!

Il male ai giorni nostri è presente e più vivo che mai: il razzismo, il terrorismo, l’indifferenza verso problemi sociali forti come l’immigrazione e l’odio verso le religioni!

Allora ha vinto il male? Ne siamo certi?

Alla fine una porta socchiusa alla speranza resta sempre e forse questa speranza la ritroveremo anche alla fine del libro.

 

 

Glenn Cooper (Scheda Autore)


Glenn Cooper: (White Plains, 8 gennaio 1953) è uno scrittore, medico, archeologo, sceneggiatore e produttore cinematografico statunitense. I suoi libri sono stati tradotti in 31 lingue e, sino al 2014, hanno venduto oltre sei milioni di copie. È stato presidente e amministratore delegato della più importante industria di biotecnologie del Massachusetts ma ha lavorato a lungo come sceneggiatore e produttore cinematografico. Il suo primo romanzo, La Biblioteca dei Morti, ha riscosso un successo clamoroso, confermato dai libri successivi. Uno straordinario fenomeno editoriale con oltre 2.500.000 di copie vendute solo in Italia.

 

 

Acquista su Amazon.it: