La bambina nel buio




(Recensione di Alessandra Ciancaleoni)


Autore: Antonella Boralevi

Editore: Baldini Castoldi

Genere: Romanzo

Pagine: 608

Anno di pubblicazione: 2018

 

 

 

RECENSIONE:

Il libro si apre su due scenari dell’affascinante Venezia, ma con personaggi diversi e su differenti piani temporali.

Nel primo ci troviamo nel 1985 nel pieno della ricchezza, delle feste e del lustro, un’atmosfera degna del Grande Gatsby di Fitzgerald; l’evento in questione avviene in una villa sontuosa in occasione del ventesimo anniversario di matrimonio di Manuela e Paolo Zanca, un uomo che si è fatto dal nulla; i due hanno una bimba dolcissima e pacata di nome Moreschina.

Nella villa si respira un’atmosfera gioiosa a cui fa da testimone tutta l’élite dei membri più ricchi della società veneziana; tutto ciò finché accade qualcosa che da quel momento in poi cambierà la vita di tutti.

L’altro piano temporale del libro, invece, si svolge ai giorni nostri, in una Venezia nebbiosa, e ha come protagonista una ragazza inglese, Emma Thorpe, che si trascina dietro un grande segreto.

Emma si trasferisce da Londra in un palazzo di amici di famiglia che appartiene al conte Bonaccorso Briani, un uomo duro e poco socievole, che in qualche modo ricorda molto il signor Archibald Craven del “Giardino segreto” di Frances Hodgson Burnett. Emma si renderà conto che il palazzo nasconde più segreti di lei e che a tratti possiede anche atmosfere molto tetre.

Tutto ciò finché non avrà un fortuito incontro con il commissario siciliano Alfio Mancuso. Da quel momento in poi i due iniziano a indagare insieme sugli strani fatti di cui vengono a conoscenza.

Un romanzo intenso, da cui non si riesce a staccare gli occhi e che prosegue con gli intrecci di entrambi i periodi che si succedono con un ritmo di colpi di scena e di atmosfere in cui le cose si presentano per quello che non sono.

Affascinante e da divorare fino all’ultima pagina!

 

 

 

Antonella Boralevi


Antonella Boralevi è autrice di romanzi, racconti, sceneggiature, saggi. Ha portato in televisione il talk show di approfondimento emotivo.Tiene rubriche su quotidiani e settimanali. Il suo “Lato Boralevi” esce ogni giorno sul sito de la Stampa. Per Rizzoli ha pubblicato i best sellers Prima che il vento (2004), Il lato luminoso (2007), I baci di una notte (2013). È tradotta in Germania, Francia, Giappone, Russia. Per ora.Questo è il suo ventesimo libro.