La bestia






(Recensione di Maria Sole Bramanti )


 

 

Autore: Anders Roslund e Börge Hellström
Editore: Cairo Editore
Traduzione: Sebastiano Pezzani
Pagine: 379
Genere: crime
Anno di pubblicazione: 2006
“La bestia”, secondo me, è un capolavoro.“Se devi distruggere la tua stessa specie, conservi il diritto di essere considerato un essere umano?”

La storia è costruita proprio intorno a questo interrogativo. Con lo stile di un thriller e la forza di un romanzo d’inchiesta sociologica, Roslund e Hellström indagano le pulsioni più profonde e vergognose dell’uomo. Come gli stessi autori ammettono nelle note finali, “tutti questi personaggi, per quanto possa sembrare assurdo, camminano tra noi”.

I personaggi a cui si riferiscono si muovono su scenari diversi, paralleli, che nel finale confluiscono, come a chiudere il cerchio apertosi con lo stupro e l’omicidio di due bambine. Si riflette sulla società che non è in grado di proteggere i suoi cittadini e sulla natura dell’uomo, sempre pronto alla vendetta, sempre a rischio di spingersi verso la pura cattiveria.

Diciamolo chiaro: qui si parla di sadici stupratori di bambini, di detenuti che hanno subito violenza e la propinano agli altri, di omosessuali repressi, di uomini soli, di bambini morti. Anche il linguaggio è molto forte, come si evidenzia già nel titolo: “La bestia”, laconico, esplicito.

È un romanzo spiazzante, in senso assolutamente positivo; perché è sincero, crudo, scomodo; non ha paura di affrontare temi difficili, in un modo assolutamente e completamente brutale. E in mezzo alla crudezza, ogni tanto, compare la sensibilità della condivisone del dolore, la sofferenza dell’essere inermi e del non riuscire a esprimere i propri sentimenti. E questo contrasto rende le pagine ancora più forti. Come forte è la descrizione del funerale di una delle piccole vittime… lacerante.

Alla fine, la risposta alla domanda iniziale, non c’è, in queste pagine; anzi, gli autori sembrano volerci dire che non c’è speranza, per nessuno. L’inatteso, straziante finale, non lascia una via d’uscita.

Premiato con il Glasnyckein come miglior romanzo poliziesco della Scandinavia, “La bestia” è il primo dei sette capitoli che compongono la serie dedicata agli ispettori Ewert Grens e Sven Sundkvist.

Roslund e Hellström su THRILLERNORD