La confraternita






(Recensione di Maria Sole Bramanti)


Autore: P. D. Baccalario
Editore: Einaudi
Collana: Stile libero Big
Pagine: 293
Genere: Thriller
Anno di Pubblicazione: 2017

 

Un thriller costruito come un videogioco, in cui il protagonista si muove da un livello al successivo, in un crescendo di domande che tengono il lettore sempre in tensione…

Un gioco di specchi costruito con maestria, con la leggerezza di un Libro Game (qualcuno se li ricorda?) e la concretezza di un autore BRAVO.

Dove vuole arrivare, Marco McKay? E, soprattutto, dove ci porterà?

Un novello “Pretty woman” (passatemi la licenza poetica) o, se preferite Mr Detective (cfr Miss detective, lo spassoso film con Sandra Bullock), che viene addestrato alle ‘buone maniere’ per infiltrarsi in una di quelle confraternite da ‘film americano’; un protagonista finalmente intrigante, come se ne trovano pochi. Un giovane che sa il fatto suo e che non la racconta giusta a nessuno.

Un thriller originale, in cui ben si troveranno sia gli amanti della suspense, sia quelli che in un libro cercano avventura e divertimento.

Questo thriller è una sorta di partita a poker, tra Marco e….. beh e il resto del mondo!

Ho l’abitudine di scrivere le recensioni subito dopo aver letto il libro. Poi, dopo, prima di pubblicarle, mi informo, mi faccio un giro nel web per capire con cosa avevo a che fare, al di là di ciò che il libro mi ha trasmesso… a pelle.

Ecco, in questo caso, ho scoperto che P. D. Baccalario non è un autore americano con il nome italianeggiante. No no, è proprio italiano! Prima sorpresa!

Seconda sorpresa: il suddetto è una sorta di vate del Lucca Comics and Games, e qui, a parte il ‘tanto di cappello’, torniamo all’idea iniziale, quella del gioco

Leggendo “La confraternita” ho riprovato le sensazioni vissute durante la lettura di Player One (Ernest Cline, un mito!)

Io non sono una…. ehm…young adult. Sono assolutamente (ahimè) adult. Eppure, vi confesso che l’ho letto così volentieri, questo thriller, che certamente leggerò ancora P. D. Baccalario e ancora, e ancora…anche perché, il ‘nostro’ ha scritto veramente un sacco di cose.

In conclusione, se avete voglia di leggere qualcosa di intelligente, ma non troppo pesante, qualcosa di italiano, ma che sembra americano, qualcosa di divertente, ma assolutamente non stupido, ecco…leggete “La confraternita”!

 

 

P. D. Baccalario (Pierdomenico Baccalario) (Acqui Terme, 1974) è uno dei piú noti scrittori italiani di libri per ragazzi. Celebri le sue serie dei Gialli di Vicolo Voltaire e di Ulysses Moore, che sono best seller in tutto il mondo. Vive in Inghilterra. Per Einaudi ha pubblicato La confraternita (2017).

 

 

Acquista su Amazon.it