La donna silenziosa






(recensione di Anna Grippo)


 

Autore: Debbie Howells
Traduttore: Beatrice Messineo
Casa editrice: Newton Compton Editori
Genere: Thriller psicologico
Anno pubblicazione: 2017
Pagine: 384

 

 

Rosie Anderson scompare improvvisamente gettando nello scompiglio e nella preoccupazione i cittadini del piccolo paesino nel quale abita.
Cos’è successo a questa ragazza di soli 18 anni?

Si tratta di una fuga volontaria oppure di un rapimento?
Purtroppo dopo pochi giorni viene ritrovata senza vita in un bosco. Inizia così la caccia all’assassino della ragazza.
Kate, madre dell’amica Grace, la conosceva bene, le aveva anche insegnato a cavalcare. Per questo motivo stenta a credere ai pettegolezzi che circolano su Rosie e sulle compagnie che frequentava.
Con l’intento di cercare di essere d’aiuto emotivamente sia a Joanna, madre di Rosie, che al resto della famiglia Anderson, Kate viene a conoscenza di alcuni fatti familiari che mandano in frantumi la facciata di perfezione degli Anderson, in particolare di Neal, padre di Rosie.
Un ottimo thriller psicologico che va a toccare un tema molto delicato come quello dei maltrattamenti in famiglia. Ben delineato il personaggio di Joanna con le sue fragilità, il suo essere “vittima”, il suo continuo giustificare il marito fino ad arrivare al punto di rottura.
Molto brava l’autrice Debbie Howells a tessere la trama per poi levare a poco a poco il velo della presunta perfezione di una famiglia che nasconde molto dietro l’apparenza.
Sinceramente avevo capito chi fosse il colpevole a metà libro ma ciò non toglie nulla al mistero, anzi, mi sono trovata a divorare il romanzo per vedere se ci avessi azzeccato e anche per scoprire il movente del delitto.
La scrittura risulta molto scorrevole tanto che il libro si legge tutto d’un fiato; il racconto della storia è affidato alle voci di Kate, di Delphine, sorella di Rosie, e a quella della stessa vittima. È proprio attraverso la testimonianza del “fantasma” della ragazza che scopriamo, capitolo dopo capitolo, dei problemi presenti nella sua famiglia.

Riviviamo insieme a lei tutto quello che le è accaduto nei suoi 18 anni di vita, dagli episodi della sua infanzia fino a quelli che hanno condotto alla sua morte. Vorremmo essere lì per poterla aiutare e portarla via da una famiglia che non merita.
Sono una lettrice molto vorace, ma non molti libri entrano nella lista dei miei titoli preferiti; “La donna silenziosa” è però sicuramente uno di questi.
Un romanzo che cattura il lettore, lo consiglio vivamente.

 

L’AUTORE – Debbie Howells in passato ha studiato psicologia, è stata un’istruttrice di volo, la proprietaria di un negozio di fiori, e attualmente scrive a tempo pieno. Il suo thriller d’esordio, La donna silenziosa, è stato un successo di critica e di pubblico e i diritti di traduzione sono stati venduti a cifre molto alte in numerosi Paesi. Debbie vive nel West Sussex con la sua famiglia. Per maggior informazioni sull’autrice visitate il suo sito debbiehowells.com.