La follia uccide




Recensione di Katia Fortunato


Autore: Dean R. Koontz

Traduzione: Antonio Caminiti

Editore: Time Crime

Genere: Thriller

Pagine: 492

Anno di Pubblicazione: 2021

 

 

 

 

 

Sinossi. Un giovane regista visionario braccato da un celebre miliardario per un puro e malato divertimento in un vasto ranch del Colorado… Un brillante hacker informatico che s’insinua in database top secret prima che venga scoperto, alla ricerca di prove per combattere onnipotenti autori di omicidi di massa… Una coppia di speculatori senza scrupoli che segue metodicamente i propri obiettivi con strumenti di sorveglianza sempre più all’avanguardia… Una serie di eroi silenziosi – cittadini comuni – che si fanno avanti per contrastare l’oscurità che avanza… Un boss di Las Vegas, alleato a un omicida sociopatico, che rivolge la propria attenzione a un bambino con il solo scopo di usarlo contro la madre fuggitiva… E quella stessa madre fuggitiva, l’ex agente Jane Hawk, un tempo così vicina a chi ha architettato un piano tanto diabolico contro l’umanità, è pronta a sacrificarsi completamente per distruggere chiunque si trovi al centro del potere, in un’emozionante resa dei conti.

 

Recensione

Non so fino a che punto sia convenuto a Koontz pubblicare un libro del genere in questo momento, con impianti di nanotecnologie che controllano il cervello umano iniettati con una semplice siringa e che agiscono con una “parola” d’ordine, con tutti quelli fissati col controllo della mente che da quando c’è stata l’emergenza COVID, sono spuntati fuori come funghi dopo tre giorni di pioggia, ma tant’è. Conoscevamo già Jane e tutto ciò che le stava succedendo.

La fuga, la morte del marito, l’accusa di omicidio e, soprattutto, la sua innocenza, dopotutto siamo al quinto capitolo e tutta questa cosa delle nanotecnologie non ci è nuova; in un libro precedente l’abbiamo addirittura vista avere a che fare con un intero paese assoggettato al controllo della mente umana…

Koontz continua a tenerci col fiato sospeso (è un maestro in questo), a farci palpitare per la sorte di Jane e di tutti quelli che la aiutano.

Purtroppo, con questo libro, l’avventura di Jane finisce e scopriremo come andrà a finire.
Vinceranno gli Arcadi?

Jane riuscirà a riabbracciare il suo bambino?

La morte del marito sarà finalmente vendicata? E il suo nome verrà riabilitato?

La risposta a tutte queste domande è in questo libro, quindi se anche voi, come me, avete seguito tutta la storia, non potete certo farvi mancare questa.

A prescindere da come finirà però, mi auguro di ritrovare i protagonisti ancora insieme in un romanzo futuro perché non puoi, non si può proprio, lasciar andare Jane per sempre. Non si può!

 

 

 

 

Dean R. Koontz


È autore di thriller di successo e autore bestseller di fama internazionale. Per tanti anni è stato insegnante di Inglese in una scuola superiore, prima di dedicarsi alla scrittura, pubblicando nel 1968 il suo primo romanzo: Jumbo-10. Il Rinnegato. Con più di 120 titoli all’attivo e oltre 500 milioni di copie vendute, Dean Koontz è considerato uno dei maestri del genere thriller. Il silenzio uccide, con cui fa il suo ingresso nel catalogo Timecrime, è stato opzionato per una serie tv prodotta da Paramount Television e Anonymous Content. Seguono La notte uccide (Jane Hawk#2), e L’inganno uccide (Jane Hawk#3), tutti pubblicati nel catalogo Timecrime. Nel 2020 esce Abisso. Coronavirus: il romanzo della profezia (Timecrime).

 

Acquista su Amazon.it: