La gemella sconosciuta




Recensione di Giusj Sergi


Autore: Jane Robins

Traduttore: Francesco Graziosi

Editore: Nord

Genere: Thriller psicologico

Pagine: 332

Anno di pubblicazione: 2018

 

 

 

SINOSSI. Callie e Tilda sono gemelle, eppure non si somigliano affatto. Callie è single, goffa e impacciata. Tilda invece ha tutto ciò che manca alla sorella: è più bella, più ambiziosa, più carismatica. È un’attrice di successo e ed è fidanzata con Felix, affascinante uomo d’affari. Insieme sono la classica coppia da rivista, invidiata da tutti. Persino da Callie. Almeno finché Callie non si rende conto che, negli ultimi tempi, Tilda è sempre più magra, rifiuta ogni proposta di lavoro, passa il tempo rintanata in una casa ormai irriconoscibile, dove il suo allegro caos ha lasciato il posto alla precisione maniacale di Felix: tutto è nuovo, ordinato e così asettico da far paura. E poi ci sono i lividi sulle braccia, le reazioni esagerate di Felix per questioni da nulla. Preoccupata, Callie cerca in Internet forum di sostegno alle vittime di uomini dispotici, manipolatori e violenti: le storie di quelle sconosciute le sembrano fin troppo familiari e Callie si convince che la sorella sia in pericolo. Deve proteggerla, a ogni costo. Ma come, se Tilda per prima non vuole farsi aiutare? Proprio quando Callie ha l’impressione che la situazione stia precipitando, riceve una proposta da una delle donne del forum, una proposta che potrebbe risolvere in un sol colpo i problemi di entrambe. E Callie accetta, sebbene sappia di star imboccando una strada da cui non potrà più tornare indietro, nemmeno quando capirà di aver commesso un errore imperdonabile…

 

 

 

RECENSIONE

Questi sono i thriller psicologici che mi piacciono! Riescono a ingannarmi, fuorviarmi, mi rendono completamente cieca e impreparata, e poi con una vangata in pieno viso mi riportano alla verità.

Un libro tutto basato sulla suggestione, sui rapporti patologici, sulla fiducia cieca, sulle ambizioni mancate e la vita vissuta per un’altra persona, completamente in simbiosi, sottomessa alla personalità vulcanica e schiacciante di una gemella. Un bellissimo percorso interiore, quello della protagonista, che la porterà a scoprire se stessa, una donna invisibile, sempre all’ombra della famosa gemella, acquistando consapevolezza nel corso della storia, venendo a patti con una realtà che non ha mai voluto realmente accettare e vedere ma che era proprio davanti ai suoi occhi.

Due donne agli antipodi, che si ritrovano ad affrontare la verità, nonostante il loro rapporto simbiotico sia ossessivo, a tratti malsano e malato, patologico, ma indissolubile nella vita.

Viene affrontato anche un tema molto importante, quello della violenza sulle donne, un tema scottante e attuale che riguarda tutti; ma dietro tutte le apparenze nulla è reale, nulla è come sembra. Posso dire che raramente mi capita di capire come andrà a finire un thriller – è la condanna di chi ne legge davvero tanti – ma l’autrice ha avuto la capacità di cucire un thriller che mette tensione costante, ansia, che crea tante aspettative; la Robins ti guida dove vuole per poi rivelarti solo alla fine, con immenso stupore, che in realtà non avevi proprio capito nulla.

Consigliato assolutamente agli amanti del genere e a chi, come me, ha bisogno di libri che ti ingannano e ti prendono alla sprovvista.

 

 

 

Jane Robins


Jane Robins è una scrittrice e giornalista inglese. E stata corrispondente per l’Economist dall’India e dal Sud-Est asiatico. Rientrata in Inghilterra, ha lavorato per la BBC, l’Indipendent e Radio 4. Attualmente vive a Londra con il figlio adolescente.

 

A cura di Giusj Sergi

Giusj Ossigeno d’inchiostro



Translate »