La maledizione della croce…




La maledizione della croce sulle labbra 

Recensione di Massimo Ghigi


Autore: Danilo Arona, Edoardo Rosati

Editore: Ink Edizioni

Pagine: 256

Genere: Thriller/Horror

Anno di pubblicazione: 2018

 

 

 

Sinossi. Milano. La vita della metropoli è scossa da un’impressionante sequenza di suicidi e morti violente. Qualcosa accomuna i corpi delle vittime: un inquietante herpes taglia le labbra come una croce blasfema. Due medici infettivologi cominciano a indagare, ma ciò che sembra una singolare epidemia da sorvegliare attentamente si trasforma in un incubo quando approda a Milano il dottor Alejandro Vegas, specialista in malattie infettive nella lontana isola caraibica di Guana. Vegas ha già vissuto qualcosa di simile nella sua terra d’origine ed è lì per aiutare i colleghi che a breve, increduli, comprendono come la strana infezione milanese sia in relazione con l’adorazione di Exú, un essere malvagio e perverso della religione voodoo.

 

 

Recensione

Quanto mi sono ‘divertito’ a leggere questo libro! Attenzione, non fraintendetemi, questo non è assolutamente un libro divertente, anzi, c’è veramente poco da ridere!

Danilo Arona ed Edoardo Rosati hanno realizzato con La maledizione della croce sulle labbra un’opera di puro, semplice, (mal)sano intrattenimento!

Protagonista della storia il dottor Alejandro ‘Alex’ Vegas, infettivologo presso l’ospedale di Corralejo nelle isole caraibiche, nonché dongiovanni impenitente.

La tragica scomparsa della madre ha segnato la separazione dal fratello Pellegrino, che ha fatto una scelta di vita completamente diversa diventando frate presso una chiesa-ritrovo di senzatetto a Milano.

E proprio questi due siti fanno da scenario a strani fenomeni di indicibile violenza; l’azione parte da Corralejo dove strani segni sui muri raffiguranti una bocca segnata da una croce rovesciata preannunciano suicidi e assassinii veramente brutali ad opera di indigeni, e si conclude (?) in Italia, a Milano, dove un manipolo di invasati provenienti dai Caraibi porta quello che, secondo gli studi fatti da Alex Vegas, sembra essere l’origine dei fenomeni di violenza, e cioè un ‘prione’ (particella infettiva solamente proteica) incredibilmente aggressivo e difficilmente debellabile.

Uno degli aspetti che più mi hanno esaltato è il senso di ineluttabilità che sono riusciti a trasmettere gli autori! Quasi a dire: “Non importa dove cerchi di nasconderti, non hai scampo”; è una sensazione opprimente e angosciante che ti toglie il respiro fino alla fine del libro.

 

E poi… ATTENZIONE ATTENZIONE! Questo libro non è adatto ai deboli di stomaco!!!

 

Le aggressioni degli assassini ‘untori’ sono veramente impressionanti ragazzi! Altissimo tasso di gore e splatter! Sangue a fiumi, terribili ferite sgorganti pus purulenti e nauseabondi… Non ci viene risparmiato niente… Ed è proprio questo il bello (!) del genere ‘medical noir’. Only the brave!!!

Leggendo questo libro sono stato catapultato tra le pagine di Dylan Dog con lo splendido Gli uccisori ma anche tra le scene di pellicole stra-cult come: Il signore del male di John Carpenter o Planet Terror di Robert Rodriguez o ancora dei due capitoli di Demoni del nostrano Lamberto Bava. Fantastico!

Se vogliamo, possiamo anche sottolineare la buona descrizione dei personaggi, il rapporto conflittuale tra i fratelli Alex e Pellegrino o ancora il conflitto interiore del poliziotto Juan César De Souza (capo della polizia di Corralejo e funzionario responsabile della sorveglianza sanitaria, ormai ‘in pantofole’, che per quieto vivere chiude un occhio di fronte a vicende sospette ma che saprà riscattarsi alla grande ed essere decisivo nella resa dei conti finale) ma lo scopo di questo libro è un altro: intrattenimento e gusto dell’eccesso, e va benissimo così!

Se amate l’horror e avete voglia di una bella ‘scossa’ e di tanta adrenalina, allora questo libro è fatto su misura per voi! Lasciatevi andare e ‘divertitevi’ insieme a Danilo Arona e Edoardo Rosai. Io l’ho fatto!

 

 

 

 

Danilo Arona


Scrittore, giornalista e critico cinematografico. Tra le sue pubblicazioni: L’ombra del dio alato e Possessione mediatica (Marco Tropea), Palo Mayombe e Cronache di Bassavilla (Flaccovio), L’estate di Montebuio (Gargoyle Books), Ritorno a Bassavilla e Malapunta (Edizioni XII), Finis Terrae e Bad Visions (Mondadori), Io sono le voci (Edizioni Anordest).


 

Edoardo Rosati


Giornalista specializzato nella comunicazione medico-scientifica ha dato vita al Corriere Salute, il supplemento di Medicina del Corriere della Sera. Dal 2003 è responsabile delle pagine dedicate alla Medicina del settimanale Oggi.

Ha partecipato, come autore e consulente, alla realizzazione delle due Enciclopedie Salute (nel 2005) e Prevenzione (nel 2009), promosse dalla Fondazione Umberto Veronesi (e allegate al Corriere della Sera). Ha scritto numerosi libri di saggistica medica (per Sonzogno, Rizzoli, Fabbri e Sperling&Kupfer). È anche autore di narrativa medical horror-thriller per Oscar Mondadori e Giallo Mondadori. Per Sperling&Kupfer ha scritto Kuru – Il morbo del nuovo millennio, ricostruzione drammatizzata dell’allarme “mucca pazza”.

A cura di Massimo Ghigi

www.facebook.com/wildmax.ghigi