La marea nasconde ogni cosa




Recensione di Valentina Marcis


Autore: Rolf Börjlind, Cilla Börjlind

Editore: Nord

Pagine: 384

Genere: Thriller

Anno Pubblicazione: 2013

 

 

 

 

 

 

Isola di Nordkoster, 1987. Ha paura, Ove. Ha solo nove anni, eppure ha capito benissimo cosa sta succedendo laggiù, sulla spiaggia: tre persone vestite di nero hanno sepolto una donna sotto la sabbia, lasciando fuori soltanto la testa. E presto la marea salirà…
Il piccolo Ove non può stare a guardare: quando gli sconosciuti lasciano la donna al suo destino, lui corre a chiamare aiuto. Ma è troppo tardi. Stoccolma, 2011.

Ha coraggio, Olivia.
Ha solo ventiquattro anni, eppure è pronta a tutto pur di scoprire la verità su quanto accaduto a Nordkoster.
Per lei, quel vecchio caso irrisolto è molto più di un incarico affidatole dall’Accademia di polizia.
Sarà perché ci aveva lavorato suo padre, ex agente morto quattro anni prima.
Sarà perché la vittima, la cui identità è rimasta un mistero, aveva più o meno la sua età.
Sarà perché il responsabile delle indagini, Tom Stilton, è misteriosamente scomparso nel nulla.
Sarà perché, non appena Olivia inizia a fare domande sul delitto di Nordkoster, i pochi testimoni si chiudono in un silenzio ostinato.

Sono passati ventiquattro anni da quella notte maledetta, tuttavia lei ha l’impressione che la marea abbia cancellato ogni cosa, tranne il desiderio di vendetta.
Come se qualcuno fosse ancora in agguato, nell’ombra, e spiasse ogni sua mossa…

La marea nasconde ogni cosa” dimostra come i suoi autori siano capaci di attirare chi lo legge in un abisso di situazioni da cui difficilmente si riesce ad uscire.
La maestria nelle descrizioni attira, di pagina in pagina, la curiosità del lettore coinvolgendolo in un claustrofobico labirinto di vicissitudini.

Nelle prime pagine oltre all’evento principale, ossia la morte di una giovane donna, vengono presentate altre vicende, altri personaggi che apparentemente non sembrano legati da alcuna connessione logica.
È così che il lettore si trova a conoscere, accanto alle avventure della giovane Olivia, anche quelle di un gruppo di senzatetto, di un magnate dell’industria estrattiva e di un bambino coinvolto in lotte clandestine.

Sebbene inizialmente ciò porti più volte a chiedersi cosa leghi tali personaggi e le loro storie, soltanto verso la seconda metà del libro tutti i pezzi di questo puzzle iniziano a combaciare.

Ogni tassello prende il suo posto e ogni domanda avrà finalmente la sua risposta senza che manchi, inoltre, un finale decisamente a sorpresa e per niente scontato.

 
 
 

Rolf Börjlind, Cilla Börjlind


Börjlind Cilla e Rolf – Cilla e Rolf Börjlind sono inseparabili, sia nel lavoro sia nella vita. Insieme hanno scritto sceneggiature per la televisione e per il cinema, riscuotendo un enorme successo di pubblico e di critica. La marea nasconde ogni cosa è il loro primo romanzo e si è subito imposto come un vero e proprio caso editoriale prima ancora della pubblicazione. Attualmente vivono a Nacka, una cittadina vicino a Stoccolma.