La ragazza e la notte




Recensione di Erika Cinquegrana


Autore: Guillaume Musso

Traduzione: Sergio Arecco

Editore: La Nave di Teseo

Genere: Thriller

Pagine: 364

Anno di pubblicazione: 2018

 

 

 

 

Sinossi.  Un campus prestigioso cristallizzato sotto la neve. Tre amici legati da un tragico segreto. Una ragazza portata via nella notte.

Costa Azzurra, inverno del 1992 .

In una notte glaciale, mentre il campus del suo liceo è paralizzato da una tempesta di neve, Vinca Rockwell, diciannove anni, una delle studentesse più brillanti dell’ultimo anno, fugge insieme al suo professore di filosofia, con il quale aveva una relazione segreta. Per la ragazza “l’amore è tutto o niente”. Nessuno la rivedrà mai più.

Costa Azzurra, primavera del 2017.

Fino alla fine del liceo erano inseparabili, ma da allora Fanny, Thomas e Maxime – i migliori amici di Vinca – non si sono più rivolti la parola. Si ritrovano ora a una riunione di ex alunni. Venticinque anni prima, in terribili circostanze, hanno tutti e tre commesso un omicidio, murando il cadavere nella palestra della scuola. Proprio la palestra che oggi deve essere demolita per fare spazio a un altro edificio. D’ora in poi, niente potrà più impedire che la verità sul caso di Vinca venga a galla. Sconvolgente, dolorosa, demoniaca.

 

 

Recensione

In “La ragazza e la notte” Guillaume Musso ha inserito un nuovo ingrediente: lasciare gli Stati Uniti, che facevano da sfondo ai suoi precedenti romanzi, e impostare la storia in luoghi a lui familiari come la Costa Azzurra, a Nizza e ad Antibes. In particolare la narrazione è incentrata su eventi accaduti nel 1992 nel liceo di Saint Exupery.

La storia si dipana in due periodi, gli anni novanta e l’anno 2017, dando la possibilità al lettore di navigare tra passato e presente e di scoprire chi ci sia dietro il mistero della scomparsa di Vinca e Alexis. Infatti quello che a prima vista sembra solo una fuga di due amanti sarà invece un intrigo pieno di oscurità e non mancheranno colpi di scena inaspettati.

Sin dall’inizio l’autore dà il nome dell’assassino. È Thomas, il romanziere di successo nato ad Antibes. Esiliato negli Stati Uniti, ritorna nei luoghi della sua giovinezza per celebrare i cinquant’anni del suo ex liceo.

Per molti è un’opportunità per ritrovare vecchi amici, ma non per Thomas che dovrà fare i conti con quello che successe all’epoca. Lo spettro di quella famosa notte del 1992 potrebbe riemergere e distruggere le vite di vecchi amici di Thomas, come Maxime e Fanny. Uno spettro che ha un nome, Vinca.

Che fine ha fatto?

E cosa lega questa ragazza ai tre amici?

I personaggi hanno tutti un carattere molto forte ma anche molto imprevedibile, e nascondono segreti, anche quelli più inaspettati.

“La ragazza e la notte” è un thriller terribilmente efficace, tanto per la sua costruzione quanto per la profondità e la finezza psicologica dei personaggi.

Un noir che riesce a tenere incollato il lettore fino all’ultima pagina. Consigliatissimo.

 

 

 

Guillaume Musso (Scheda Autore)


Guillaume Musso: Romanziere francese. Figlio di una bibliotecaria da cui ha ereditato l’amore per i libri, scrive di notte, nei fine settimana oppure in treno, mentre si reca a Parigi dalla compagna. Il suo romanzo d’esordio L’uomo che credeva di non avere più tempo (Sonzogno, 2005) è un bestseller internazionale, e altrettanto successo ha avuto La donna che non poteva essere qui (Sonzogno, 2006). Ha pubblicato diversi altri romanzi, dei quali si citano: Chi ama torna sempre indietro (Sonzogno, 2007), Quando si ama non scende mai la notte (Rizzoli, 2008), La ragazza di carta (Sperling & Kupfer, 2011), Il richiamo dell’angelo (Sperling & Kupfer, 2012), Sette anni senza di te (Sperling & Kupfer, 2013), Aspettando domani (Sperling & Kupfer, 2014), Central Park (Bompiani, 2015), La ragazza di Brooklyn (La nave di Teseo, 2016). Quasi tutte le sue storie sono state fatte oggetto – o sono in procinto di esserlo – di adattamenti cinematografici.