La scelta del buio






(recensione di Maria Sole Bramanti)


 

Autore: Piergiorgio Pulixi
Editore: Edizioni E/O
Collana: Sabot/age
Pagine: 208
Genere: Noir
Anno di pubblicazione: 2017

 

 

Il noir è tutto intorno…

Un incipit potentissimo ci riporta nel mondo di Vito Strega, nel secondo dei 13 episodi de “I canti del male”.

“Nessuno è al sicuro dalla violenza e dai demoni che ha dentro”

Piergiorgio Pulixi sa essere commovente e concreto nel descriverci Vito Strega, l’uomo che sembra forte, ma è sensibile; il figlio dell’ammiraglio che non osa muoversi per non disturbare il sonno di Sofia, la sua gatta.

Un uomo che ha perso tutto, ma in qualche modo rimane attaccato alla vita; “l’uomo debole, mascherato di severità”…

Piergiorgio deve essere una persona molto sensibile, a giudicare da come riesce, in poche parole, a trasmettere l’emotività dei suoi personaggi (mi ha colpito, in particolare, la descrizione delle emozioni di Manuela Larocca, figlia del poliziotto morto). In questo “La scelta del buio” regala a noi lettori una trama appassionante, nera, nerissima; una trama che porterà noi e il suo protagonista a confrontarsi con un mondo che nessuno vorrebbe mai trovarsi davanti, eppure c’è… perché i poliziotti, prima di essere poliziotti, sono uomini e anche loro, in qualche modo, devono confrontarsi con il buio ogni giorno.

Sembra un romanzo di passaggio, questo; una storia di cui Vito Strega aveva bisogno per trovare la forza di ripartire. Una storia in cui noi lettori incontriamo nuovi personaggi che, di certo, ci terranno compagnia nei prossimi capitoli. Ognuno con le sue ombre e le sue luci.

La ‘me’ lettrice, innamorata di Vito Strega, del suo cuore oscuro e della sua umanità così rara nei personaggi dei libri, forse si aspettava qualcos’altro, qualcosa di più intimo e, invece, si è ritrovata a leggere una trama appassionante, cattiva, cruda, ma, forse, un po’ fredda.

Eppure, la ‘me’ lettrice non vede l’ora di leggere il seguito, perché se qui il Vito personaggio ritrova energia e fiducia in se stesso, ciò che verrà dopo non potrà che essere più vero e più appassionante.

Perché il mondo che Pulixi ha creato per noi in questi “Canti del male” è tutto da scoprire, tutto da plasmare, TUTTO DA LEGGERE!

 

 

Piergiorgio Pulixi su THRILLERNORD

L’AUTORE – Piergiorgio Pulixi è nato a Cagliari nel 1982. Fa parte del collettivo di scrittura Sabot creato da Massimo Carlotto, di cui è allievo. Insieme allo stesso Carlotto e ai Sabot ha pubblicato Perdas de fogu (Edizioni E/O 2008), e singolarmente il romanzo sulla schiavitù sessuale Un amore sporco, inserito nel trittico noir Donne a perdere (Edizioni E/O 2010). È autore della saga poliziesca di Biagio Mazzeo iniziata col noir Una brutta storia (Edizioni E/O 2012), miglior noir del 2012 per i blog Noir italiano e 50/50 Thriller e finalista al Premio Camaiore 2013, proseguita con La notte delle pantere (Edizioni E/O 2014), vincitore del Premio Glauco Felici 2015, Per sempre (Edizioni E/O 2015) e Prima di Dirti Addio (Edizioni E/O 2016). Nel 2014 per Rizzoli ha pubblicato anche il romanzo Padre Nostro e il thriller psicologico L’appuntamento (Edizioni E/O), miglior thriller 2014 per i lettori di 50/50 Thriller. Nel 2015 ha dato alle stampe Il Canto degli innocenti (Edizioni E/O) vincitore del Premio Franco Fedeli 2015, primo libro della serie thriller I canti del male. Nel 2106 vince il premio Serravalle Noir, il premio Garfagnana in Giallo e il premio Vanity Fair per il miglior personaggio femminile dell’anno con la sua Carla Rame. Alcuni suoi racconti sono stati pubblicati sul Manifesto, Left, Micromega e Svolgimento e in diverse antologie, tra cui Giochi di Ruolo al Maracanà (Edizioni E/O 2016), Notti Oscure per il progetto I Love Norcia (La Corte Editore 2017). Le ultime sue produzioni sono la raccolta di racconti L’Ira di Venere (Edizioni CentoAutori 2017) e il secondo thriller della serie I Canti del Male, La scelta del Buio (Edizioni E/O 2017) . I suoi romanzi sono in corso di pubblicazione negli Stati Uniti, in Canada e nel Regno Unito.

Intervista a Piergiorgio Pulixi