La sostituta




Recensione di Simona Vallasciani


Autore: Michelle Frances

Traduzione: Emanuela Damiani

Editore: Editrice Nord

Genere: Romanzo

Pagine: 428

Anno di pubblicazione: 2019

 

 

 

 

 

Sinossi. Carrie ha tutto ciò che potrebbe desiderare. È una produttrice televisiva al culmine della carriera ed è felicemente sposata con Adrian, un attraente e brillante sceneggiatore. Non ha mai voluto figli eppure, quando scopre di essere incinta, si rende conto che quel bambino è la chiave di volta che completerà la sua vita perfetta. L’unica sua preoccupazione è doversi assentare dal lavoro. Per fortuna, però, ha trovato la sostituta ideale. Emma è giovane, intraprendente, volenterosa… forse fin troppo. In men che non si dica, si installa nel suo ufficio e inizia a prendere decisioni in totale autonomia. Ma non è tutto. Con la scusa di voler diventare una sceneggiatrice, Emma passa moltissimo tempo con Adrian, arrivando persino a presentarsi a casa sua per chiedergli consigli di scrittura. E Adrian sembra più che felice di poterle far da mentore, al punto da concentrare tutte le sue attenzioni su di lei. Pian piano, in Carrie s’insinua il dubbio che Emma stia mirando a sostituirla in tutti i sensi. E il sospetto si trasforma in certezza quando scopre che Emma era stata licenziata dal suo incarico precedente perché aveva raccolto in segreto informazioni su Adrian. Ma Carrie non ha nessuna intenzione di permettere a quell’arrampicatrice sociale di rubarle ciò che ha costruito in anni di sacrifici. E, quando trova Emma frugare tra le carte del marito, per Carrie è l’ultima goccia…

 

 

Recensione

Dopo il grande successo di “La fidanzata”, Michelle Frances torna a mettere due donne l’una contro l’altra; da una parte Carrie, donna in carriera, premiata produttrice televisiva e moglie di Adrian, uno degli sceneggiatori più apprezzati degli Stati Uniti, dall’altra Emma, una giovane ma promettente assistente, giunta a sostituirla quando lei scopre di essere incinta del piccolo Rory. Attraverso il loro inquietante ed angosciante scontro lavorativo e personale, l’autrice ci porta a scoprire il magico mondo della televisione, un mondo che lei conosce molto bene perché da anni fa ormai parte del suo lavoro, dove tutto sembra dorato e tutti hanno, continuamente, il coltello tra i denti.

Per emergere in un ambiente del genere bisogna essere disposti a tutto e i personaggi di questa storia lo dimostrano fin da subito; anche in questa sua seconda pubblicazione Michelle Frances mostra il suo intento nel dare spazio alla parte peggiore dell’animo umano creando dei personaggi che sono tutto fuorché positivi.

Carrie, Emma ed Andrian sono gelosi, egoisti e disposti a compiere le azioni più deplorevoli per ottenere successo e fama, in questo romanzo non c’è alcuna divisione tra giusto e sbagliato, non c’è un personaggio cattivo ed uno buono, ognuno di loro può essere sia vittima che carnefice, a seconda delle situazioni, e questo rende l’opera assolutamente unica. La narrazione è scorrevole e piacevole, composta da sapienti colpi di scena che durante tutta la trama danno vita alle vicende.

Il libro non si può definire totalmente thriller perché mancano delle caratteristiche fondamentali del genere come una vittima ed una vera e propria indagine ma è un romanzo dotato da una grande dose di mistero e questo fa sì che sia affine anche ai lettori che non sono soliti leggere mistery e  gialli. Michelle Frances si sta facendo pian piano spazio nel panorama letterario contemporaneo attraverso le sue storie scabrose e i suoi personaggi che con tutta la loro crudeltà, faranno in modo di essere ricordati

 

 

A cura di

Simona Vallasciani

I libri di momo.blogspot.it

 

Michelle Frances


Michelle Frances lavora come Development Executive per la BBC, dove si occupa sia di programmi originali sia di serie TV tratte da romanzi e opere teatrali. Si è affermata sulla scena internazionale col thriller psicologico “La fidanzata” (Nord, 2017). “La sostituta” è il suo secondo romanzo, edito nel 2019 da Nord.

 

Acquista su Amazon.it: