La tormenta




Recensione di Loredana Cescutti


Autore: Anne Holt

Editore: Einaudi

Traduzione: Margherita Podestà Heir

Serie: Selma Falck #2

Genere: Giallo nordico

Pagine: 600 p., R

Anno di pubblicazione: 2021

 

Sinossi. Un’implacabile tormenta di neve. Un paesaggio desolato e selvaggio. E una corsa contro il tempo per sopravvivere al freddo e sventare un pericolosissimo complotto contro la nazione. Quando Selma Falck apre gli occhi si risveglia in un incubo. È nuda, intrappolata in una capanna in fiamme su una montagna ricoperta di neve. Non ha idea di dove si trovi né ricorda come ci sia arrivata. Intorno a lei, una tormenta sta per travolgerla e la temperatura cala ogni istante di più. L’unico pensiero è sopravvivere: contro il freddo, la fame e le sue stesse ferite. E nel frattempo rimettere insieme i pezzi per capire cosa l’ha portata a un passo dalla morte. Così, durante il disperato viaggio verso il ritorno alla civiltà, Selma ricostruisce un quadro spaventoso degli ultimi mesi, a partire dal matrimonio della figlia con un influente accademico dalle controverse posizioni politiche. E ricorda, improvvisamente, che quello che sembrava un incidente è invece il primo di una serie di crimini contro il futuro dell’intero paese.

 

Quando hai camminato tanto a lungo da non farcela più, sei arrivato a metà della strada che sei in grado di percorrere.”

(Vecchi proverbio groenlandese)

 

Recensione

Risveglio.

Paura.

Fuoco.

Gelo.

Amnesia.

Istinto di sopravvivenza.

Tante domande.

Nessuna risposta.

Poi un nome e più nulla… l’inizio dell’oblio.

Non le funzionavano più né gambe né braccia. Neppure gli occhi, notò. Ogni tanto si spalancavano da soli, e in quei momenti Selma vedeva che c’era ancora luce. Tra non molto il giorno sarebbe scomparso dietro le montagne in lontananza.

A quel punto non sarebbe trascorso tanto tempo dalla sua morte.

Non le importava.

In fondo non le importava proprio.”

Inizia così questa seconda avventura di Selma Falck, che dopo un caso risolto qualche mese prima, è riuscita a riabilitare almeno in parte il suo nome e la sua situazione legale. Purtroppo, però, la famiglia l’ha definitivamente tagliata fuori dalla sua vita e i figli, per lei, si sono trasformati in due figure che ambiscono solo a rescindere definitivamente ogni legame con la madre, che ritengono indegna ed anaffettiva.

Ormai come avvocato non esercita più, ma grazie al suo nome che apre ancora tantissime porte, ora lavora come detective privato, anche se non accetta ogni caso.

Mi occupo soltanto dei casi in cui il committente è disposto a scommettere con me. Se risolvo il problema, avrò la mia bella fetta di torta. In caso contrario non vengo pagata.”

Vita privata e lavorativa qui si sono amalgamate abilmente tirando fuori il meglio e il peggio da ogni personaggio. Sicuramente di carne al fuoco all’interno di queste pagine ne troverete molta e, sono sicura che non riuscirete a rimanere completamente indifferenti a tutto.

Holt ancora una volta è stata in grado di mescolare con grandi capacità realtà e finzione, dando vita ad un romanzo che a mio avviso, porrà i suoi lettori di fronte a importanti riflessioni.

Mobbing, odio, teorie del complotto e minacce, disprezzo e razzismo e ancora abuso dei social, utilizzo negativo dei mezzi di informazione e rapporti fra genitori e figli, insomma temi che presi singolarmente richiederebbero ore e ore di confronti e invece, qui sono stati tutti inglobati in modo omogeneo, ed estremamente efficace. L’autrice qui ci propone una storia piena e dall’intensità crescente, che non perdona nulla anche ai suoi personaggi di riferimento e che ti tiene sulle spine, stupendoti ancora quando pensavi di aver letto tutto.

La tempesta sta per trasformarsi in un ciclone.”

Una prosa scorrevole, una trama intricata ma allo stesso tempo, semplice da seguire, che attraverso i brandelli di memoria di Selma, un po’ alla volta tenterà di mettere ordine nel caos, ricostruendo quella che sarà una storia ben più complicata di quanto avremmo potuto pensare.

La coscienza di stare per morire, e proprio da qui l’inizio di un percorso nella propria memoria, a caccia di ricordi e sentimenti, di emozioni che credeva di non aver mai provato e di legami che aveva sempre sentito lontani o peggio, che aveva sempre ritenuto di non avere.

L’assenza di dialoghi con i figli, il bisogno di mantenere fra lei e loro una certa distanza, la cognizione che forse la sua vita è diventata ciò che è ora, solo perché altro, nelle piaghe del tempo, l’ha segnata irrimediabilmente facendola diventare quella che è adesso.

La consapevolezza per Selma, che questa volta sul piatto delle scommesse farà la puntata piùimportante della sua vita e in palio in un colpo solo, si decreterà la sua vita o la sua morte.

Un romanzo da leggere e una storia nelle storie tutta da scoprire, dove non viene dato tempo per i ripensamenti e anzi, la fermezza e la sicurezza saranno qualità indispensabili per riuscire a sopravvivere.

Selma aveva tante Selme dentro di sé…”

Che finalmente stia iniziando ad emergere una nuova versione di questa enigmatica donna?

Forse, l’esperienza che ha appena vissuto, potrebbe rivelarsi la chiave di volta per far uscire da quel corpo o da quello spirito la VERA Selma Falck.

A presto Selma!

 

 

 

Anne Holt


(Larvik, 16 novembre 1958) è una scrittrice, avvocato e giornalista norvegese. È cresciuta a Lillestrøm e Tromsø per poi trasferirsi ad Oslo nel 1978 dove vive con la compagna Anne Christine Kjær (nota anche come Tine Kjær) e la figlia Iohanne. Anne Holt si è laureata in legge all’Università di Bergen nel 1986, ha lavorato per la Norsk rikskringkasting (NRK), l’azienda radiotelevisiva di stato norvegese, nel periodo fra il 1984 ed il 1988. Successivamente ha lavorato per due anni al dipartimento di polizia di Oslo per poi diventare avvocato. Nel 1990 è tornata alla NRK dove ha lavorato per un anno come giornalista ed anchor woman per il notiziario Dagsrevyen. Anne Holt ha iniziato la sua carriera di avvocato nel 1994 ed è stata ministro della giustizia norvegese dal 1996 al 1997. La sua carriera di scrittrice inizia nel 1993 con la pubblicazione de La dea cieca. Anne Holt è uno degli autori di noir e libri gialli più famosi della Norvegia.

 

Acquista su Amazon.it: