La scelta decisiva

(recensione di Valentina Marcis)




Autore: Charlotte Link
Traduttore: Alessandra Petrelli
Editore: Corbaccio
Pagine: 560
Genere: Thriller
Anno pubblicazione: 2017


La scelta decisiva è il nuovo romanzo della scrittrice Tedesca Charlotte Link.

L’autrice anche stavolta non sbaglia il colpo, lasciandoci un’opera ben scritta e travolgente con la freddezza dei paesi dell’est Europa da fare da sfondo.

La vicenda ruota attorno alla figura di Simon che dall’incontro con la sfortunata Nathalie si trova coinvolto in una serie di eventi che lo porteranno a cambiare completamente la sua vita. Così come Simon, anche gli altri personaggi sono descritti molto appassionatamente in modo che il lettore sappia con chi avrà a che fare.

Sebbene la vicenda inizi a capirsi e a trovare un filo logico solo nella seconda parte del libro, non si può non notare la maestria nella descrizione delle ambientazioni e del problema dello sfruttamento degli esseri umani che continua a colpire le aree più povere di questi paesi: l'inverno freddo dei paesi dell'est sembra quasi rispecchiare l'animo di coloro che pur di salvarsi dalla povertà e dalle precarie condizioni di vita sono disposti a tutto.

La lettura prosegue con numerosi colpi di scena che aumentano la curiosità del lettore che, nella seconda parte, si ritrova a leggere tutto d’un fiato fino ad arrivare ad un inaspettato ma sorprendente finale.



L'AUTRICE - Ad oggi è considerata una delle più talentuose scrittrici tedesche contemporanee. Charlotte è figlia della famosa scrittrice e giornalista tedesca Almuth Link. Ha scritto la sua prima opera, “ Die schöne Helena”, all’età di 16 anni. Il romanzo venne poi pubblicato quando lei aveva 19 anni. Ha vinto numerosi premi letterari. Amante degli animali, è membro attivo del PETA e presta soccorso ai cani randagi in Spagna e in Turchia. Charlotte Link vive con il suo compagno e il cane nella città tedesca di Wiesbaden. Deve la sua fama soprattutto alla sua versatilità: conosciuta inizialmente per i suoi romanzi a sfondo storico, ha avuto molto successo anche con i suoi romanzi psicologici, tanto che ogni suo nuovo libro occupa per mesi i primi posti delle classifiche tedesche.