L’alba di un nuovo giorno




L’alba di un nuovo giorno. L’audacia della parola in un thriller che lascia senza fiato

Recensione di Antonia Del Sambro


Autori: Alberto Ripa e Giorgio Ripa

Editore: Leone editore

Genere: Thriller

Pagine: 297

Anno di pubblicazione: 2018

 

 

 

 

 

Sinossi. Il cadavere di una ragazzina è ritrovato nel fossato della Torre di Londra: indossa un tutù, ha un indice mozzato e in bocca ha una fotografia della Danza macabra di Clusone, con un messaggio in latino. Accanto al corpo ci sono un carillon e un tappeto persiano. La grafologa Bianca Valenti riconosce la grafia del Latin Killer, il vecchio nemico dell’ispettore dell’Interpol Allievi, scappato ancora alla cattura. Comincia così una nuova indagine per Tobia Allievi e la terminologa Domitilla Di Mauro, un intrigante labirinto lessicale tra i monumenti di Londra, la storia dell’Inghilterra, l’eccidio di Rovetta del 1945, i segreti di un partigiano e le note di una malinconica sinfonia.

 

 

Recensione

L’ombra recuperò da dietro l’albero la carrozzella pieghevole. Assicurò il corpo di Cindy in modo che non scivolasse e raggiunse il furgone per disabili…Nessuno fece caso a quel padre che accudiva con tanto amore la figlia handicappata.

 

Un thriller di successo non può avere solo una storia convincente e i fratelli Ripa lo sanno alla perfezione per cui da tempo confezionano gialli dove la trama assomiglia sempre più al nucleo di una cellula, circondato da tanti altri elementi che ne caratterizzano la creazione letteraria e ne determinano la specificità.

L’alba di un nuovo giorno ha una narrazione a più livelli che comincia in modo meraviglioso con i primi capitoli e qui il lettore è già soggiogato, affascinato e conquistato. Il prologo regge nella sua sapienza creativa e come in una sinfonia dà l’attacco al resto della narrazione che si snoda in un dedalo di linguaggio e trama che incolla alle pagine anche il lettore più distratto. L’ultima fatica letteraria di Alberto e Giorgio Ripa possiede anche una particolarità ben precisa: la grande importanza riservata alle protagoniste e ai personaggi femminili in generale.

Non è semplice costruire così tante donne in un thriller crudele e sensazionale come questo perché i lettori si potrebbero distrarre con le storie private delle protagoniste. Invece, per l’effetto sinfonia che gli autori sono capaci di mettere in ogni loro giallo ci si ritrova in una musicalità unica dove la suspense si lega al linguaggio e alle storie personali per confluire in un esercizio di cultura generale che rende L’alba di un nuovo giorno oltre che un thriller al cardiopalma il manuale perfetto per chi desidera costruire gialli audaci, stra-ordinari, splendidi.

Meraviglioso come sempre, inoltre, il personaggio di Tobia Allevi che in questo ultimo romanzo indaga quasi insieme a chi legge, il quale si appassiona così tanto al gioco della trama da finire con il diventare quasi un collega dell’ispettore dell’Interpol. Infine, risplendente, fascinosa, misteriosa ma anche cupa la Londra più suggestiva, artistica e culturale.

Ciliegina sulla torta di un thriller che è già una pellicola cinematografica fatta di parole e punteggiatura.

 

 

 

Alberto Ripa e Giorgio Ripa (Scheda Autore)


Alberto e Giorgio Ripa sono due gemelli nati a Milano nel 1962 dopo aver frequentato le stesse scuole si sono laureati lo stesso giorno con la stessa votazione all’Università Statale di Milano in Chimica e per loro la creazione di un romanzo giallo equivale alla sintesi di una perfetta molecola organica. L’alba di un nuovo giorno è il loro quinto thriller che segue i successi dei precedenti romanzi con cui hanno conquistato una vasta schiera di lettori e ammiratori.