L’anno dell’Oracolo




Recensione di Ilaria Murgia


Autore: Charles Soule

Traduzione: Paolo Falcone

Editore: Nord

Genere: Thriller

Pagine: 424 p.

Anno di pubblicazione: 2019

 

 

 

 

 

 

Sinossi. Non sa come sia successo. Will sa solo che, un mattino, si è svegliato di soprassalto con in testa le immagini di 108 eventi che si verificheranno nel corso dell’anno. All’inizio, Will non crede che siano profezie. Poi le prime si avverano. E allora lui decide di pubblicarne alcune su un sito, firmandosi l’Oracolo. La reazione è immediata: il Sito viene inondato di messaggi, ma Will comincia a ricevere anche diverse minacce. Il mondo sembra essere in pericolo, e solo l’Oracolo può cercare di salvarlo.

 

 

Recensione

L’anno dell’Oracolo è il primo romanzo di Charles Soule, il cui protagonista è Will Dando, un uomo ordinario che da un giorno all’altro si ritrova la vita totalmente sconvolta da 108 profezie che gli sono apparse in sogno.

Inizialmente Will prende le profezie per quello che sembrano essere, ossia un semplice sogno, ma ben presto si accorgerà che non è così; gli eventi da lui sognati infatti iniziano a verificarsi realmente, e, se alcune profezie come la nascita di quattordici bambini in un ospedale di Houston, sembrano essere innocue, altre predicono disastri, morti o feriti.

È a questo punto che Will Dando decide di mettere in piedi “Il sito” nel quale inizierà a scrivere alcuni degli eventi da lui sognati e che ben presto sarà preso d’assalto da chiunque, da persone normali che vogliono scoprire cosa li attenderà nel futuro, fino a multinazionali che vogliono capire in anticipo quali mosse potrebbero far aumentare i loro profitti.

Will è colui che sa, che riesce a prevedere il futuro, e proprio per questo non ci mette molto a farsi dei nemici, dai religiosi che identificano l’Oracolo come l’anticristo, a chi vuole scoprire la sua identità per raggiungere i propri scopi. Will ha in mano sì la conoscenza, ma non sa come usarla e se, in un primo momento, decide di vendere le sue profezie, in seguito il senso di colpa per quello che vede accadere intorno a lui lo porterà a cambiare prospettiva e cercare di usare il suo dono per migliorare il mondo e per salvarlo da una catastrofe tristemente annunciata.

I personaggi presenti nel libro sono una moltitudine e quasi nessuno è ben caratterizzato, dello stesso Will Dando non sappiamo granché se non che gli capita all’improvviso una cosa più grande di lui.

La storia in sé è originale e ben scritta, si intrecciano molti eventi che costringono il lettore a proseguire la lettura per scoprire cosa ci sia dietro l’Oracolo, le profezie e soprattutto dietro il Sito che a un certo punto sembra avere vita propria. Il tema centrale è sicuramente quello della conoscenza e del potere che questa può esercitare, nonché delle scelte attraverso le quali riusciamo a modificare o meno un destino che sembra già scritto.

Alla fine del libro restano tanti dubbi su quello che è realmente accaduto a Will Dando e sul perché sia capitato proprio a lui e con loro anche una domanda: cosa avremmo fatto noi al suo posto?

 

A cura di

Ilaria Murgia

scaffalidaleggere.wordpress.com

 

 

 

Charles Soule


Charles Soule è nato negli Stati Uniti si è trasferito giovanissimo in Asia. Ha vissuto a Hong Kong, Manila e Singapore. È autore di molti fumetti di grande successo, il suo primo libro è L’anno dell’oracolo (Nord, 2018).