Le voci degli altri




Recensione di Fiorella Carta


Autore: Lesley Kara

Traduttore: Carlotta Turrini

Genere: Thriller

Pagine: 320

Editore: Piemme

Anno: 2020

 

 

 

 

Sinossi. Flintstead-on-Sea è una di quelle cittadine inglesi così piccole, così silenziose, così tremendamente perfette, che le vite dei suoi abitanti sono strette come in una morsa, tra la pioggia incessante e il mare sempre grigio. E per Joanna Critchley, mamma single che vi è appena tornata con il suo bambino, la morsa è ancora più dolorosa: non conosce più nessuno in città, e trova difficile farsi accettare dalle temibili mamme della scuola.È per questo che, quando per caso sente dire da una di loro che la famigerata Sally McGowan, che a dieci anni commise un terribile omicidio e da allora ha vissuto sotto altra identità, si è ritirata proprio a Flintstead, non resiste alla tentazione di usare quell’informazione. È la sera del book club, e, sentendosi ancora una volta esclusa, Joanna butta lì il suo prezioso pettegolezzo. Quella che innescherà è una spirale crescente di sospetto, follia e paura, che ben presto le sfuggirà di mano.
E mentre diverse donne vengono accusate, e Jo si sentirà sempre più in colpa per aver diffuso la voce, una verità molto scomoda si farà strada. Una verità pericolosa, sia per lei che per il suo bambino. E Joanna imparerà a sue spese che quando si mettono in giro le voci sbagliate, dopo non si torna indietro.

 

 

Recensione

Il pettegolezzo nasce verme, cresce fino a trasformarsi prima in bruco e poi in vipera e quando arriva il più lontano possibile dalla fonte è già diventato un serpente velenoso insinuatosi in ogni orecchio.

Joanna torna nel suo paese natale insieme al figlio e per farlo integrare meglio in questo ambiente, per lui nuovo e sconosciuto, decide di farsi piacere chi non gradisce e di alimentare voci secondo cui un’assassina si nasconde nella loro piccola cittadina sotto il programma di protezione testimoni. 

In un posto dove le apparenze contano più della sostanza, dove l’ira si nasconde sotto la noiosa routine quotidiana e i pregiudizi bevuti al bar come il migliore dei caffè, è fisiologico che tutto precipiti.

In tanti pagheranno le conseguenze dei sussurri, degli sguardi sospettosi e
, ancora peggio, ci sarà chirischierà la vita perché per ferire qualcuno e riportare a galla un passato doloroso non servono armi, basta aprire la bocca e pronunciare parole sbagliate, sentenze infondate.

Un thriller molto vicino alla realtà per impostazione e congetture, con un’avvincente fiction ben strutturata e dal colpo di scena finale azzeccato.

Romanzo d’esordio (ormai sono abbonata) di Lesley Kara che tocca una delle debolezze umane più radicate nelle piccole realtà: i giudizi sulla vita altrui, lievitati dalla noia, dal desiderio di avere qualcosa di cui sparlare e che, in questo caso, si trasformano nella più pericolosa delle conseguenze.

 

 

Lesley Kara


Lesley Kara è stata allieva della prestigiosa Faber Academy, e Le voci degli altri, il suo primo thriller, è stato nella top ten del Sunday Times ed è in corso di traduzione in 18 Paesi. Vive nell’Essex ed è già al lavoro sul secondo romanzo. 

 

Acquista su Amazon.it: