Leggendo Murakami…




Leggendo Murakami in danese


Recensione di Silvana Meloni


Autore: Vanya De Rosa

Editore: Les Flâneurs Edizioni    

Genere: narrativa generale

Pagine: 390

Anno di pubblicazione: 2021

 

 

 

 

 

Sinossi. Giulio è un quindicenne sensibile e più maturo della sua età, ma da quando ha perso la mamma non fa che attraversare le sue giornate svuotate di senso con un nuovo fardello sulle spalle: prendersi cura di un padre devastato e incapace di reagire. E poi c’è Sara, bellissima e misteriosa compagna di classe che lo tiene sospeso fra improvvise aperture e parole non dette, sprazzi di dolcezza e brusche retromarce. Il viaggio alla ricerca di un nuovo equilibrio gli insegnerà il valore dell’attesa e lo porterà a scoperchiare segreti da troppo tempo nascosti. La sfida sarà affrontare quelle acque agitate e profonde, che possono annientare ma anche guarire.

 

Recensione

L’autrice ci offre un bel romanzo di formazione, attraverso una scrittura scorrevole e molto curata.

Scrivere vestendo i panni di un adolescente non è mai un’impresa semplice per un adulto. Vanya De Rosa è riuscita in questo intento, raccontando la storia drammatica di Giulio spezzato dalla morte della madre che, nella difficoltà di vivere la sua prima storia d’amore con una coetanea, non riesce a trovare alcun appoggio in nessuna delle persone che lo circondano.

Mia madre era una roccia solida in uno specchio d’acqua che spesso si agitava, minaccioso. Era un punto fermo dal quale la vita familiare di ogni giorno partiva come un raggio e disegnava un cerchio per poi tornare a lei, che ne era il centro. Quando se n’era andata, come in una lavatrice impazzita la forza centrifuga ci aveva spinti lontano, in due diversi buchi neri.”

Il fulcro della vicenda è il rovesciamento del compito genitoriale, di accudimento e di sostegno, a cui il padre del ragazzo abdica richiedendo, di fatto, che sia lo stesso figlio ad assumere il carico di supportarlo sia materialmente che psicologicamente.

Peraltro, seppur in diversi gradi di sostanziale disinteresse, quasi si trattasse di eterni adolescenti, tutti i personaggi adulti, che ruotano intorno al protagonista e ai suoi amici, mostrano la loro inadeguatezza a comprendere ciò che accade nella mente e nel cuore dei ragazzi con cui si rapportano, in una relazione altalenante tra aggravio di responsabilità sulle loro spalle e negazione di rispetto e considerazione, come se avessero a che fare con dei bambocci.

Paradossalmente l’unico personaggio, le cui sagge affermazioni aprono al protagonista l’universo della comprensione del mondo, è proprio un bambino di dieci anni. Anche l’insegnante, che parrebbe poter costituire un punto di riferimento per Giulio, va ad esaurire il suo compito nella figura del semplice messaggero, abbandonando quella del mentore, forse spaventata dalle implicazioni affettive di quel ruolo.

Un toccante affresco della difficoltà, per l’attuale generazione di genitori e insegnanti, di rapportarsi con gli adolescenti in maniera adulta e di costituire per loro dei punti di riferimento.

Il romanzo “Leggendo Murakami in danese” è fra i finalisti della 3^ edizione del concorso letterario “Tre Colori”, associato alla 23^ edizione del festival cinematografico “Inventa un film” di Lenola (LT).

 

A cura di  Silvana Meloni 

https://www.instagram.com/silvameloni/


Vanya De Rosa


Vanya De Rosa è lo pseudonimo di Giovanna De Rosa, vive a Bari e insegna inglese in un liceo. Nel 2002 si è classificata tra i finalisti del “Torneo Letterario Infinitestorie” con il racconto Il Piccolo Carro, pubblicato da Longanesi nell’e-book Voci dalla Rete 2. In seguito ha avuto esperienze come autrice di sit-com per una TV locale e ha lavorato come responsabile di progetti di film-making autogestito nella scuola, curando con gli studenti regia, sceneggiatura e montaggio. Uno dei cortometraggi realizzati, Senti il battito (2004), è risultato vincitore del LevanteFilmFest2005, nella sezione “Corti scolastici”. Nel 2017 ha vinto la prima edizione del concorso letterario “Romanzi in cerca d’autore” e ha pubblicato il suo romanzo di esordio, Ti racconterò una storia, con Kobo Editore. Nel 2018 il romanzo Volevo essere il numero uno, vincitore del concorso “Scrivi una storia”, Sezione Ragazzi, è stato pubblicato in e-book da Mondadori. 

 

Acquista su Amazon.it: