Luce e ombra




(Recensione a cura di Francesca Giovannetti)


Autore: Åke Edwardson

Editore: Baldini Castoldi Dalai Editore

Collana: Giallo e Nero

Serie: Commissario Winter #3

Traduzione: Renato Zatti

Pagine: 394

Genere: Thriller

Anno di pubblicazione: 2012

 

 

 

 

Göteborg: la cittadina è sconvolta da un atroce delitto. Il commissario Winter, rientrato dalla Spagna dopo un lutto familiare, si trova immediatamente preso dal vortice delle indagini; nel frattempo anche la sua vita sta subendo importanti cambiamenti, con l’inizio di una convivenza e l’arrivo di un figlio.

Luce e ombra sono gli elementi fra cui l’indagine ondeggia: l’ombra delle perversioni umane, la luce che le combatte, il bene e il male.

Il libro fatica nel coinvolgere il lettore fin dalle prime pagine. L’inizio è lento e prepara il terreno a una seconda parte che scivola via, invece, con una velocità invidiabile. Fa da spartiacque lo scambio magistrale di battute fra il commissario e la psicologa forense Lareda Veitz: dialogo serrato, ben costruito e studiato, che delinea alla perfezione i contorni della vicenda e guida in una direzione ben precisa.

L’opera ha una grande componente psicologica, caratteristica apprezzata dagli amanti del genere nordico. Le caratterizzazioni dei personaggi sono tracciate con profondità. La trama è intrigante ma complessa; è necessario porre attenzione ai particolari per non perdere il filo conduttore. Non è una lettura spedita, proprio in forza delle attenzioni date sia ai protagonisti principali che ai personaggi che gravitano loro intorno. L’animo umano è scandagliato più nell’ombra che nella luce, ma questo è il messaggio dell’autore.

I temi umani e sociali toccati sono vari: i disturbi post traumatici di un poliziotto che rivive nella sua mente orribili scene del crimine, la piaga dell’ubriachezza fra adolescenti sbandati e fra genitori irresponsabili, la brama dell’ascesa, l’insano desiderio di essere notati.

Lo stile è impeccabile, la scrittura – anche nei passaggi narrativamente più lenti – è curata e lineare. Le descrizioni della vita, dei paesaggi, delle abitudini nordiche sono chiare e vivide.

Un classico per gli amanti del genere.

 

SCHEDA AUTORE


Åke Edwardson. Nato nello Smaland a Vrigstad, cittadina a sud di Göteborg e Stoccolma, nel 1953. Ake Edwardson è considerato uno tra i principali scrittori di gialli della Svezia.

 



Translate »