L’ultimo battito d’ali




Recensione di Cristina Bruno


Autore: Paola Gianinetto

Editore: Amazon Publishing

Genere: thriller

Pagine: 286

Anno di pubblicazione: 2019

 

 

 

 

 

Sinossi. La giovane Alice Consoli è scomparsa nel nulla. Ma quando l’investigatrice Emma Castelli accetta di affrontare il caso, la soluzione sembra quasi scontata. Una studentessa dell’Accademia di Belle Arti, tanto dotata quanto fragile e insicura, con una famiglia ricchissima ma spaccata dall’odio, lascia una straziante lettera d’addio e svanisce. Eppure sia il padre di Alice, sia soprattutto Jasmine, l’amica del cuore, sono certi che la ragazza non avrebbe avuto motivi per andarsene. Kate Scott, l’ormai irrinunciabile “consulente” nonché amica di Emma, viene subito coinvolta nell’indagine, e sente che qualcosa non quadra: il suo fiuto investigativo di esperta giallista e la sua dolorosa storia personale le suggeriscono che la verità potrebbe essere un’altra, e ben più tragica. Mentre la scrittrice americana, dalla sua prigione dorata di Villa Mimosa, guiderà il corso delle indagini verso nuovi sviluppi, Emma dovrà scandagliare attentamente la vita privata della giovane Alice, per capire chi mai potrebbe voler fare del male a una ragazza così bella e talentuosa.

 

 

 

Recensione

Terzo episodio della serie che ha per protagonista l’investigatrice privata Emma Castelli, questa volta alle prese con una ragazza scomparsa. La ventunenne Alice Consoli lascia un biglietto d’addio e sparisce senza lasciare traccia.

Per la polizia questo è sufficiente per considerare l’allontanamento volontario, ma il padre di Alice e Jasmine, amica dai tempi della scuola, non ci credono e ritengono di avere valide ragioni per rivolgersi a Emma. Una famiglia ricca alle spalle, una promettente carriera all’Accademia delle Belle Arti, una relazione che sembra funzionare e un patto di amicizia siglato anni prima appaiono in contraddizione con l’improvvisa scomparsa.

L’incarico non si presenta facile, gli indizi sono pochi e la cerchia di conoscenze della ragazza molto limitata, oltre al padre e all’amica infatti ci sono la madre e uno zio con i quali ha rotto i rapporti da anni, un compagno innamorato e un amico d’infanzia.

Grazie a un paziente lavoro di ricostruzione e alle intuizioni di Kate Scott, l’amica americana di Emma nonché scrittrice di gialli, la verità verrà lentamente a galla e non sarà piacevole.

Ci troviamo di fronte a un thriller agile, con una scrittura pulita e con efficaci punte di suspence che rendono la trama avvincente. La struttura del testo è lineare e contiene tutti gli elementi classici del caso, dalla falsa pista alla sfida finale con il colpevole. Non manca neppure un pizzico di romance che, fortunatamente, non scivola mai nello sdolcinato.

Nel complesso le situazioni e i dialoghi sono ben calibrati e rendono la lettura facile e scorrevole. I personaggi sono credibili e ben delineati dal punto di vista psicologico.

Kate e Emma interagiscono nelle indagini quasi come Wolfe e Goodwin, con la scrittrice che, per traumi passati, preferisce non uscire di casa e lavora a tavolino nella sua splendida villa. E la villa è ormai il vero e proprio quartier generale visto che Emma, su invito di Kate, si è trasferita a vivere lì con il piccolo Tommy, dopo che la sua casa è bruciata in un incendio.

Il vicequestore Andrea Del Greco, ovviamente bello e atletico, si inserisce nella storia creando l’indispensabile supporto ufficiale alle indagini e la piccola figlia Maya, compagna di scuola di Tommaso, il figlio di Emma, dà un tocco di brio e simpatia alla narrazione.

Sullo sfondo troviamo i paesaggi del lago di Como e di Milano che accompagnano il lettore durante le indagini senza diventare invadenti.

In definitiva abbiamo un libro simpatico e veloce da leggere, con un ritmo da serie TV.

 

 

A cura di Cristina Bruno

fabulaeintreccio.blogspot.com

 

 

Paola Gianinetto


 Paola Gianinetto è laureata in lettere e lavora da molti anni come adattatrice di dialoghi per la tv. Ha un marito, una figlia, un cane e si dedica ai suoi libri in ogni momento libero, dividendosi come può tra due mondi per lei altrettanto importanti, quello reale e quello fantastico. È autrice della saga romance-noir Principi Azzurro Sangue, pubblicata da Emma Books in sette volumi, nonché di numerose altre opere, soprattutto romanzi storici e sentimentali. L’ultimo battito d’ali è la terza indagine di Emma & Kate, la serie originale a otto mani inaugurata da Giulia Beyman (E niente sia) e proseguita da Flumeri & Giacometti (Chiedi al passato).

 

Acquista su Amazon.it: