Matematiche certezze




Matematiche certezze. Un’indagine di Mariani e Crema

Recensione di Valentina Cavo


Autore: Maria Masella e Rocco Ballacchino

Editore: Fratelli Frilli

Genere: Giallo

Pagine: 208

Anno di pubblicazione: 2019

 

 

 

 

 

 

 

Sinossi. Una serie di delitti insanguina Torino nei giorni intorno a Ferragosto, rovinando giornate che il commissario Crema sperava tranquille e senza complicazioni. Tutti gli omicidi sembrano opera di un serial killer e si verificano in giorni sempre più ravvicinati: il commissario torinese e la sua squadra si impegnano in una lotta contro il tempo per individuare il colpevole o, almeno, per evitare nuovi delitti. L’obiettivo sembra raggiunto ma quattro anni dopo, a Genova, il commissario Mariani si trova a indagare su un omicidio che presenta singolari analogie con i casi torinesi. Ed è immediata la domanda se le somiglianze sono casuali o nascondono altro. Risolvere il caso genovese aiuterà Crema a raggiungere la matematica certezza di aver individuato correttamente il “suo” assassino?

 

Recensione

Maria Masella e Rocco Ballacchino sono riusciti a scrivere un giallo con una trama non scontata, che tiene il lettore in continuo allarme, perchè, benchè si tratti di una storia inventata, riesce nella maggior parte del suo svolgimento ad essere anche verosimile. L’assassino che colpisce queste due grandi città, Genova e Torino, nei giorni di festa estiva, potrebbe essere trovato tra le pagine della cronaca nera di un quotidiano, in articoli che raccontano delle indagini e della caccia all’uomo da parte degli inquirenti, in un quadro del tutto realistico e plausibile.

Per certi versi è inquietante sapere che anche un vicino di casa, un’amica, una lontana parente (in pratica chiunque!) può diventare un criminale che perpetra il peggiore dei reati: sapere che la follia omicida è dietro un velo di normalità genera quel brivido gelido lungo la schiena, quel senso di paura ed incertezza, che accompagna il lettore per l’intero romanzo.

Tutto ruota intorno al fatto che i due commissari, Mariani e Crema, non potranno dirsi soddisfatti della conclusione del caso fino a quando non avranno la matematica certezza di aver messo in prigione il vero colpevole. Si trovano davanti ad un caso difficile da risolvere perchè ci sono troppi interrogativi da svelare, dubbi assillanti che li accompagnano e necessità imperativa che ha Crema di ritrovare la serenità: come è ovvio supporre, non sarà semplice farlo. La strada che i due poliziotti si trovano davanti non sarà diritta ma piena di svolte che, a volte, portano ad una miriade di vicoli ciechi, strade interrotte e piazze senza via d’uscita.

La storia si svolge per lo più  a Genova e pagina dopo pagina si riesce a vivere la Superba in modo assai vivido: i suoi profumi, il caldo afoso dei giorni di Ferragosto, le vie strette che si inerpicano su per le colline o che scendono vertiginose verso il mare. Questi sono tutti elementi che fanno da cornice ad una trama sorprendente  ricca di ansiosa attesa, con un inesorabile conto alla rovescia che accompagna il lettore fino all’epilogo dell’indagine senza che riesca quasi a riprendere fiato. Con affanno e turbamenti, sullo sfondo di una tra le grandi bellezze del nostro Paese.

Anche se non è il primo giallo edito Fratelli Frilli nel quale mi imbatto, è la prima volta che leggo una storia scritta da questi due autori che mi hanno convinta e che spero di incontrare ancora sulla mia strada di lettrice.

 

 

 

 

 

Maria Masella (Scheda Autore)


Maria Masella è nata a Genova. Ha partecipato varie volte al Mystfest di Cattolica ed è stata premiata in due edizioni (1987 e 1988). Ha pubblicato una raccolta di racconti  Non son chi fui  con Solfanelli e un’altra Trappole con la Clessidra. Sempre con la Clessidra è uscito nel 1999 il romanzo poliziesco Per sapere la verità. La Giuria del XXVIII Premio “Gran Giallo Città di Cattolica” (edizione 2001) ha segnalato un suo racconto La parabola dei ciechi, inserito successivamente nell’antologia Liguria in giallo e nero (Fratelli Frilli Editori, 2006). Ha scritto articoli e racconti sulla rivista “Marea”. Per Fratelli Frilli Editori ha pubblicato Morte a domicilio (2002), Il dubbio (2004), La segreta causa (2005), Il cartomante di via Venti (2005), Giorni contati (2006), Mariani. Il caso cuorenero (2006), Io so. L’enigma di Mariani (2007), Primo (2008), Ultima chiamata per Mariani (2009), Mariani e il caso irrisolto (2010), Recita per Mariani (2011), Per sapere la verità (2012), Celtique (2012, terzo classificato al Premio Azzeccagarbugli 2013), Mariani allo specchio (2013), Mariani e le mezze verità (2014), Mariani e le porte chiuse (2015), Testimone. Sette indagini per Antonio Mariani (2016), Mariani e il peso della colpa (2016), Mariani e la cagna (2017), Mariani e le parole taciute (2018), Nessun ricordo muore (2017) e Vittime e delitti (2018), questi ultimi due con protagonista la coppia Teresa Maritano e Marco Ardini. Per Corbaccio ha pubblicato Belle sceme! (2009). Per Rizzoli, nella collana youfeel, sono usciti Il cliente (2014), La preda (2014) e Il tesoro del melograno (2016). Morte a domicilio e Il dubbio sono stati pubblicati in Germania dalla Goldmann. Nel 2015 le è stato conferito il premio “La Vie en Rose”. 2018, terza classificata alla prima edizione del Premio EWWA.

 

 

Rocco Ballacchino (Scheda Autore)


Rocco Ballacchino è laureato in Scienze della comunicazione. È autore dei gialli, editi da Il Punto – Piemonte in Bancarella, Crisantemi a Ferragosto (2009), Appello mortale (2010) e Favola Nera (2012), quest’ultimo scritto a quattro mani con il giornalista Andrea Monticone. Dopo Trappola a Porta Nuova, edito da Fratelli Frilli Editori, ha pubblicato Scena del crimine – Torino piazza Vittorio, Trama imperfetta – Torino piazza Carlo Alberto, Torino Obiettivo Finale e Tredici giorni a Natale in cui al centro della scena c’è il duo investigativo composto dal commissario Sergio Crema e dal critico cinematografico Mario Bernardini (Fratelli Frilli Editori 2013-2017). Dal 2018 è il curatore della collana di gialli per ragazzi I Frillini, per la quale ha pubblicato I gemelli Misteri e l’invasione zombie. È tra i fondatori del collettivo di scrittori ToriNoir.
TAG: Matematiche Certezze, Giallo, Maria Masella, Rocco Ballacchino, Fratelli Frilli, Genova, Torino, Assassinio, Dadi, Ferragosto, Caldo, Gola, Anziani