Melograno






(Recensione di Dario Brunetti)


Autore: Elena Ramella

Genere: Mistero-Horror

Pagine:126

Anno di pubblicazione: 2016

Casa editrice: Echos

 

 

Una notte, un medico chirurgo, assistito da una suora, cerca di far partorire una donna. In condizioni disperate e in un lago di sangue, estrae due corpicini, quelli di due gemelli siamesi. La madre dei gemelli muore durante il parto avvolta da tre coperte di broccato.

Ma chi sono queste strane creature venute al mondo?

Sono l’uomo capra e la vergine bianca che, rimasti orfani, si faranno compagnia a vicenda vivendo per i primi anni in un totale stato di abbandono. Gli basta uno sguardo per capirsi, tanto che arriveranno a vivere in simbiosi. Si costruiranno un mondo tutto loro fatto di sete preziose e vini costosi, e vivranno in un stato di totale perdizione, tra vizi e i lussi di un amore incestuoso.

La loro travolgente passione li porterà a mordere il melograno offerto dal demonio e i chicchi del frutto diverranno carne marcia e putrida.
Sarà così che per loro si spalancheranno le porte dell’inferno, ossia la sofferenza delle loro menti malate vittime della paura, di una non ben definita gelosia e di un amore perverso.

Il romanzo Melograno mette in scena, in un’atmosfera gotica, il rapporto incestuoso di due personaggi che saranno gli artefici di una storia d’amore fatta di perversione, follia e di infinito possessività che li porterà all’autodistruzione.

Melograno è un viaggio onirico attraverso interminabili allucinazioni. L’intreccio è strutturalmente complesso, ma la scrittrice, dotata di grandissimo talento narrativo (considerando anche la giovane età), riesce a descrivere in modo perfetto i momenti e le situazioni della coppia ricamando frasi con stile autentico e raffinato.

Melograno è un romanzo difficilmente “digeribile”, ma sicuramente il frutto di un piccolo capolavoro ben riuscito. Dopo i racconti notturni del suo primo lavoro ”Lettere dalla notte”, con questo romanzo horror la Ramella conferma e consolida le sue doti. È sfuggente, imprevedibile e capace di giocare col lettore portandolo nel mondo dell’immaginazione e del surreale.

Personalmente sono curioso di vedere cosa si inventerà nel suo prossimo romanzo!!!!

 

 

Elena Ramella. Nasce a Torino nel 1995 e vive a Settimo Torinese.Attualmente studia lettere all’Università di Torino.Appassionata di lettura da sempre. A 20 anni il suo primo esordio letterario con lettere dalla notte Edizioni La Gru, nel 2015.