Milano disillusa






Milano disillusa – 1978 un’indagine del commissario Negri

(Recensione di Dario Brunetti)


Autore: Oscar Logoteta

Genere: Giallo

Pagine: 155

Anno di pubblicazione: 2017

Casa editrice: Fratelli Frilli

 

 

Milano 1978.

Il commissario Negri viene chiamato con urgenza al Piccolo Teatro di Milano, ma lo spettacolo che gli si presenta davanti è davvero fuori dall’ordinario.

Un uomo immobile, con gli occhi sbarrati, appeso a testa in giù all’interno di una teca di vetro piena d’acqua. Si tratta del grande mago e illusionista Luigi Bernini.
Il commissario Negri deve affrontare un’indagine del tutto inaspettata…chi può volere la morte di un mago?

Prima di tutto bisogna verificare se si tratta effettivamente di un omicidio, e in quali modalità è avvenuto, e qual è stata la causa principale che ha bloccato in maniera definitiva il mago, facendogli trovare la morte.

Il commissario Renato Negri con l’aiuto del suo vice Nicola Palomara, un poliziotto dai metodi spicci, dovrà scandagliare ogni pista e si troverà coinvolto nel mondo dell’esoterismo e della magia.

Siamo nel periodo in cui l’Italia è particolarmente presa dal sequestro Moro e le brigate rosse minacciano e tengono sotto scacco la politica italiana, in particolare la Democrazia Cristiana; un paese messo alle strette, e, in una Milano nera, il commissario Negri deve venire a capo di questa oscura vicenda.

Un giallo insolito con un protagonista tutto da scoprire; non è certo un eroe ma è di fatto un commissario definito ” normale”, un semplice uomo di legge pieno di amici. Tra loro il compagno di bevute Beppe, Frank, il proprietario del locale preferito da Negri, dove può gustare i suoi panini con salamella e maionese, e infine c’è Nino che gli prepara il suo Negroni alla ”Negri”.

Una trama ben curata nei dettagli ed elaborata al meglio, con una scrittura efficace e incisiva. Non è un romanzo esaltante perché la storia non lo richiede e non ne ha la necessità, ma è godibile e piacevole. Con gusto e originalità viene fuori una storia in cui si condensano il mistero e il surreale.

Il commissario Negri è un uomo che non ha più nulla da perdere, ha assaggiato l’amaro sapore della sconfitta e deve rimettersi quindi subito in gioco, ha degli amici a cui è molto legato che gli danno lo stimolo per andare avanti nella vita, e poi c’è il suo lavoro che esegue in maniera esemplare.

Lo scrittore Logoteta ci ha regalato un romanzo giallo ricco di spunti narrativi interessanti, percorrendo degli eventi storici che hanno scritto le pagine della storia del nostro paese con un personaggio di profonda umanità come il Negri.

Son certo che lo rivedremo presto!!!! Negri merita maggiore attenzione!!!!

 

 

Oscar Logoteta è nato a Milano il 13 Aprile 1983. Creativo, scrittore e padre. O almeno ci prova. Nel 2014 esce il suo romanzo di esordio intitolato A come Armatura. Questa è la prima indagine del commissario Negri edita da Fratelli Frilli Editori.